menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno dei rendering per il futuro dell'area attorno alla stazione Tiburtina presentato nel dicembre scorso

Uno dei rendering per il futuro dell'area attorno alla stazione Tiburtina presentato nel dicembre scorso

Dalla demolizione della tangenziale al nuovo hotel: l'area 'Tiburtina' del futuro prende forma

Sul lato opposto della tangenziale, non distanti dalla sede di Bnl dovrebbero sorgere due nuove torri

Era stato annunciato alla fine dell'anno scorso e questa mattina, con l'avvio dei lavori per l'abbattimento della tangenziale est, ha fatto un nuovo passo avanti. Stiamo parlando della trasformazione dell'area della stazione Tiburtina. Il disegno complessivo, frutto del processo di vendita dei lotti di Fs a cavallo del fascio dei binari, è in fase di revisione a un tavolo a cui partecipano le stesse Ferrovie e il dipartimento Urbanistica del Comune di Roma. 

Il progetto è stato delineato dall'agenzia Dire. Sul lato ovest, proprio davanti al tratto di tangenziale che sarà abbattuto, accanto alla stazione Tiburtina, sarà realizzato un nuovissimo hotel con alcuni locali commerciali. Sul lato opposto, invece, non distanti dalla sede di Bnl, inaugurata l'anno scorso, dovrebbero sorgere due nuove torri, una delle quali destinata, se tutto andrà bene, a ospitare il quartier generale delle Fs.

Sarà poi realizzato un terzo edificio più basso, sotto il cui ventre potrebbe prendere posto il nuovo terminal dei pullman attualmente attestato sul piazzale ovest, e un quarto più piccolo già assegnato a La Sapienza. Più in là, nel cuore di Pietralata a pochi passi dalla fermata Quintiliani, ecco una nuova gigantesca area dove sorgerà la nuova sede dell'Istat, la cui realizzazione è stata affidata allo studio Abdr di Desideri, e altri fabbricati destinati, anche questi, probabilmente a La Sapienza. 

Nel tratto della tangenziale che sarà abbattuto si lavora a un grande piazzale pedonale a forma di 'L' con un bosco urbano che arriverà fino al confine di un altro recente intervento di architettura contemporanea, la cosiddetta 'Città del sole'. In questo caso amministrazione comunale e cittadini stanno lavorando a un progetto di architettura partecipata. 

Come annunciato a dicembre, nel cosiddetto lotto C1, un'area urbana di 92 ettari, per oltre 150mila metri quadrati di diritti edificatori e che consente la realizzazione di 19mila metri quadrati di superficie utile lorda. Sarà destinato a un hotel. Fs ha lanciato un avviso nel dicembre scorso. Il lotto è stato venduto pochi giorni fa. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento