Politica

Primarie Pd, Zingaretti segretario con il 70%: cresce l'affluenza a Roma e nel Lazio

In 190mila al voto nella regione. Il neo segretario: "I delusi sono tornati"

Il boom di Nicola Zingaretti è certificato anche, e soprattutto, nel Lazio. Il governatore ha vinto le primarie per la segreteria del Pd con il 70% dei voti a livello nazionale, largamente al di sopra della maggioranza del 50% più uno necessaria per essere eletto subito. 

Un successo replicato anche a livello di affluenza con 1 milione e 800mila votanti in fila ai gazebo. Bene la partecipazione a Roma e nel Lazio con circa 190mila persone al voto, un trend in crescita rispetto alla scorsa tornata. Il totale è così ripartito: circa 92 mila votanti a Roma, 43 mila nella sua provincia, 15 mila a Viterbo, 20 mila a Frosinone, 12 mila a Latina, 5 mila a Rieti. 

Alle precedenti primarie nel Lazio votarono circa 177 mila persone, di cui 77 mila a Roma città e 41 mila nella sua provincia. 

"Non sarò un capo, ma il leader di una comunità. Grazie all’Italia che non si piega e che vuole arginare un governo illiberale e pericoloso" ha detto nel primo discorso in mezzo alla festa dei suoi a Roma, dedicando la vittoria a Greta, la ragazza svedese che lotta contro i cambiamenti climatici, ai poveri e ai giovani disoccupati. Nicola Zingaretti ha promesso un partito inclusivo, "aperto a una nuova alleanza" di centrosinistra. "I delusi sono tornati e torneranno - assicura - stavolta non possiamo deluderli". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, Zingaretti segretario con il 70%: cresce l'affluenza a Roma e nel Lazio

RomaToday è in caricamento