rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

Primarie Pd Lazio, flop per l'affluenza alle urne

I timori della vigilia si stanno verificando. Poca gente si sta recando ai seggi per scegliere il prossimo segretario del partito regionale

Alla vigilia dell’appuntamento politico l’avevano previsto. L’affluenza alle primarie per la scelta del nuovo segretario del Partito democratico del Lazio rischia un flop. E così si è rivelato. Basso il numero degli elettori che a partire dalle 8 di questa mattina si è recato presso i circa 500 seggi dislocati in tutta la regione. Come informa il Pd del Lazio intorno alle 13 l’affluenza è stata di 18 mila votanti. Il dato non è ancora definitivo ma il numero è di gran lunga inferiore rispetto alle quasi 120 mila persone che espressero il proprio voto nel 2012 quando a vincere fu l’ex Presidente della Provincia di Roma Enrico Gasbarra.

Oggi a contendersi la poltrona di segretario regionale è corsa a  tre: ci sono i renziani Lorenza Bonaccorsi e Fabio Melilli e il civatiano Marco Guglielmo. 

A Testaccio, proprio in una giornata particolare per il partito, il Circolo del quartiere ha mostrato uno striscione bianco con la scritta rossa: “Grazie Enrico” posizionato proprio davanti alla casa dell’ex premier Enrico Letta.

Anche il sindaco Marino ha espresso il suo voto presso la storica sede del partito in via dei Giubbonari ma senza rivelare la sua preferenza. “Non voglio alimentare ulteriori divisioni nel partito” ha spiegato. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd Lazio, flop per l'affluenza alle urne

RomaToday è in caricamento