Primarie Pd Lazio, domenica seggi aperti per scegliere il nuovo segretario

A contendersi la poltrona lasciata da Enrico Gasbarra i renziani Lorenza Bonaccorsi e Fabio Melilli e il civatiano Marco Guglielmo

Anche se i riflettori sono tutti puntati sulla situazione nazionale, il prossimo fine settimana gli elettori del Pd saranno chiamati a dire la loro sul partito regionale. Dalle 8 alle 20 di domenica il popolo democratico è chiamato alle urne per scegliere il prossimo segretario del partito regionale. Enrico Gasbarra, eletto nel febbraio del 2012, ha preferito non ricandidarsi per fare in modo che “si apra un nuovo ciclo” ha spiegato l'ex presidente della Provincia di Roma. Si tratta di primarie 'aperte' quindi non riservate solo agli iscritti. Per i non tesserati, che si dovranno presentare con un documento di identità, il costo è di 2 euro.

Tre i candidati che si sfideranno per la poltrona di segretario del Pd del Lazio. Eccoli in ordine di estrazione sulla scheda elettorale: Marco Guglielmo, 34 anni, consigliere comunale ad Albano Laziale; la deputata Lorenza Bonaccorsi, 45 anni, e infine Fabio Melilli, 55 anni, deputato ed ex presidente della Provincia di Rieti. Vicino all'area di Pippo Civati il primo, renziani i secondi, la sfida aperta sembra proprio essere tra i due sostenitori del rottamatore. "Della prima ora" Bonaccorsi, sostenuta dai fedelissimi del sindaco di Firenze e gli ex popolari, Melilli è invece vicino all'Areadem di Franceschini e ha ottenuto un ampio consenso. Proprio Melilli giovedì ha ricevuto il sostegno di oltre cento rappresentanti del partito laziale che hanno sottoscritto un documento in suo favore.

LE INTERVISTE AI CANDIDATI

VIDEO/1 - GUGLIELMO: "I cittadini vano coinvolti"

VIDEO/2 - BONACCORSI: "Servono energie nuove"

VIDEO/3 - MELILLI: "C'è un partito da costruire"

Volontari, circa 2.650, e iscritti sono al lavoro in tutta la regione dove in totale verranno allestiti circa 500 seggi. 135 a Roma mentre in Provincia 134. E ancora 83 in Provincia di Frosinone, 43 in quella di Latina, 45 in quella di Rieti, 60 in quella di Viterbo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le precedenti primarie regionali si svolsero il 19 febbraio 2012. In quell’occasione votarono circa 120.000 persone in tutto il Lazio (circa 40.000 a Roma). A sfidarsi furono Enrico Gasbarra, Marta Leonori, attuale assessore capitolino allo Sviluppo, e Giovanni Bachelet. A vincere, con un consenso plebiscitario, fu Enrico Gasbarra con l’82% circa dei consensi per un totale di 94.955 voti, davanti a Marta Leonori che ottenne circa il 10,5% (12.285 voti), e a Giovanni Bachelet con il 7,5% (8.731 voti).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

  • Ciclabile Tuscolana, investiti due fratelli. Il padre: "Più che una bike lane è una preferenziale per scooter"

  • Metro B, Castro Pretorio e Policlinico chiudono per la sostituzione della scale mobili

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento