Politica

Elezioni Municipio IX: è corsa a quattro nelle primarie di centrosinistra

Ecco chi sono i 4 candidati alle primarie che potranno essere votati il 20 giugno

Il 20 giugno gli abitanti del Municipio IX potranno scegliere, tra le fila del centrosinistra, chi candidare come presidente,.

Nei banchetti che saranno allestiti dall’Eur alle tante periferie del territorio,  i residenti avranno infatti la possibilità d’ indicare la propria preferenza, in un elenco che contempla quattro nomi. La metà arrivano dal Partito Democratico, ma nella coalizione hanno raccolto le firme per presentare la propria candidatura anche esponenenti del Movimento Liberare Roma e della lista civica DemoS.

La candidata del PD

Nella competizione spicca il nome di Titti Di Salvo. Pezzo da novanta del PD, di cui è stata vicepresidente alla Camera, viene da una lunga militanza in CGIL. Più volte in Parlamento, prima di approdare nell’attuale partito, è stata in Sinistra Democratica e SEL. Poi ha seguito Gennaro Migliore nella creazione del gruppo parlamentare LED e nel 2014 è approdata nel Partito Democratico, di cui è stata vicepresidente alla Camera. Considera la sua candidatura come “un onore ed un dovere” e rivendica l’aver promosso “il protagonismo delle donne nella società, nel partito, nelle amministrazioni e nel lavoro”. Può vantare una salda amicizia con l’ex presidente di Municipio Patrizia Prestipino che, nel territorio, vanta ancora un ampio consenso.

Il candidato PD del territorio

Il PD porta in dote alla coalizione di centrosinistra due candidati. Uno, si è detto, viene da un’esperienza nazionale. L’altro è del territorio. Si tratta di Alessandro Lepidini, già al secondo mandato nel Consiglio municipale. Eletto per la prima volta durante l’amministrazione di Andrea Santoro, Lepidini è stato in prima linea contro l’ipotesi di realizzare una discarica a Falcognana ed ha caratterizzato la sua azione politica in difesa dell’ambiente e nella richiesta di servizi per le periferie, dove gode d’un buon seguito. Ha annunciato la sua intenzione di candidarsi nell’ottobre del 2020, con largo anticipo, quando ancora non era chiaro se la coalizione capitanata dal PD avrebbe puntato sulle primarie.

Il candidato di Liberare Roma

Nel tentativo di riportare il Municipio IX, dal 2016 governato dal M5s, sotto la guida del centrosinistra, concorre anche Liberare Roma. Il movimento, guidato dal Minisindaco Amedeo Ciaccheri e rappresentato nelle primarie cittadine da Imma Battaglia, ha deciso di puntare su Paolo Barros. Attivo nel movimento NIBI (Neri Italiani- Black Italians) Barros è stato eletto in Municipio nelle fila del Movimento cinque stelle che però ha lasciato in polemica soprattutto con i vertici, anche per l'allora alleanza di governo con la Lega.

La candidata di DemoS

Nel Municipio IX è stata annunciata anche la candidatura d’una rappresentante di DemoS il movimento che esprime la candidatura di Paolo Ciani. Si tratta di Laura Giovannercole. Laureata in lettere, residente a Vitinia e madre di tre figli, è impegnata nel mondo del volontariato, con oltre 20 anni di attivismo nella Comunità di Sant’Egidio. Ha dichiarato di voler lavorare per una città dell’inclusione. La sua è stata l'ultima candidatura, ad essere formalizzata, nell’ambito della coalizione di centrosinistra nel Municipio IX.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Municipio IX: è corsa a quattro nelle primarie di centrosinistra

RomaToday è in caricamento