Dai censimenti alle assegnazioni delle case popolari, Asia Usb incontra Vivarelli: "Questa burocrazia è una tragedia"

Molte le questioni poste sul tavolo dai sindacalisti. L'assessorato a Romatoday: "Gli uffici si sono subito attivati per approfondire le questioni sottoposte”

“Dov’è finita la mia casa popolare?”. “Venite a vedere in faccia una persona che vive per strada”. “Nei quartieri pubblici non c’è manutenzione, cadono a pezzi”. Sono solo alcune delle voci che questa mattina si sono sollevate, ampliate da un megafono, davanti alle finestre del dipartimento Patrimonio e Politiche abitative del Comune di Roma, in piazza Verrazzano, a Garbatella nell’ambito del presidio organizzato dal sindacato Asia Usb. Diverse le questioni poste sul tavolo: bandi e nuove assegnazioni ferme, contributi all’affitto non ancora erogati, problemi di gestione del patrimonio pubblico residenziale, a partire dal censimento reddituale-anagrafico riferito al 2018, “da cui stanno emergendo clamorose lacune”, mancata manutenzione dei lotti popolari.

“A gennaio abbiamo incontrato l’assessora Valentina Vivarelli con le stesse motivazioni e oggi torniamo spinti da maggiore impellenza dal momento che la crisi sta aumentando”, spiega la sindacalista Maria Vittoria Molinari prima di essere ricevuta dall’assessora e da una serie di dirigenti del dipartimento Politiche abitative. “Perché quando a settembre finirà il blocco degli affitti per le case private ci aspettiamo un aumento degli sfratti. E oggi purtroppo, dopo la chiusura dei residence, per chi finisce per strada a Roma non c’è alcun intervento immediato”.

In una piazza dai numeri contingentati per le disposizioni di contenimento del Coronavirus sono molti i volti delle persone che vivono in condizioni abitative precarie, ospitate dalle famiglie e costrette a dormire su brandine che si aprono alla sera e si chiudono al mattino, a vivere in camper o in macchina, senza sistemazione fissa anche se anziane. Tra loro anche storie che Romatoday ha raccontato più volte, come quella di Rita, cuoca per le scuole comunali da mesi senza stipendio, in attesa di un alloggio popolare da anni. O di Elena, che vive in un camper da molti anni in attesa dell’assegnazione di una casa popolare.

C’era poi Fabrizio, invalido al cento per cento, tre figli, finito in un residence per l’emergenza abitativa dopo uno sfratto e oggi in un appartamento grazie al buono casa. “Ho scoperto di essere stato cancellato dalla graduatoria perché alcuni anni fa ho portato la residenza nella casa popolare della madre di mia moglie. Avevo seri problemi di salute, ci era appena nato un figlio e avevamo bisogno di un aiuto. Senza residenza non avrei potuto ottenere una serie di servizi sanitari. Cosa dovevo fare? Oggi vivo con il reddito di cittadinanza e la pensione di invalidità. Se mi tolgono la casa popolare non ho speranza”.

All’attenzione dell’assessora sono stati portati anche problematiche relative alla gestione: “Dalla mancata manutenzione, agli ascensori bloccati, ai ritardi della ripresa in consegna degli alloggi passando per la questione dei censimenti, in merito al quale sono emersi degli errori come redditi errati o persone sparite dal nucleo familiare. Tanti elementi che aiutano a capire il quadro generale del problema e che vanno risolte”.

Commenta Molinari al termine dell’incontro: “Rileviamo la predisposizione all’ascolto dell’assessora e la presenza di molti dirigenti ai quali abbiamo ribadito come la burocrazia sia una tragedia per molti cittadini, tragedia della quale molto spesso non ne sono consapevoli. Questa amministrazione deve prendere una serie di provvedimenti che alleggeriscano queste situazioni. A breve avremo nuovi incontri in merito”. Attacca Michele Giglio di Asia Usb: “Constatiamo la mancanza di gestione del proprio assessorato da parte dell’assessora che, delegando tutta una serie di questioni ai propri dirigenti, non si assume alcuna responsabilità. Abbiamo molti casi di persone che hanno visto scomparire i dati anagrafici del proprio nucleo familiare e questo crea problemi quando viene richiesta una voltura, un ampliamento o quando si verifica un decesso. Ci è stato chiesto di inviare una nota scritta per ogni caso”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Interpellato in merito l’assessorato Patrimonio e Politiche abitative fa sapere di essere “sempre pronto all'ascolto delle istanze che arrivano dai cittadini e da chi li segue da vicino. Dopo l'incontro dei giorni scorsi con Unione Inquilini, oggi ci siamo confrontati con una delegazione di Asia Usb su temi a breve e lungo periodo: dagli immobili che Roma Capitale intende acquistare per destinarli a case popolari, ad alcuni aspetti procedurali che riguardano AequaRoma, allo scorrimento delle graduatorie per gli alloggi erp tra gli altri. Gli uffici, presenti al lungo colloquio, si sono subito attivati per approfondire le questioni che sono state sottoposte”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento