rotate-mobile
Politica

Campidoglio, l'Usb denuncia il Comune alla Commissione Europea

Oggetto: mancata assunzione dei precari dei servizi educativi e scolastici capitolini. Una delegazione è stata ricevuta dal vicesindaco Nieri

L'Unione sindacale di base ha denunciato il Comune di Roma alla Commissione europea. L'oggetto: infrazione delle norme comunitarie per la mancata assunzione dei precari dei servizi educativi e scolastici capitolini. Il documento è stato depositato questa mattina presso la sede della Rappresentanza in Italia della Ue in via IV Novembre.

“La direttiva europea 1999/70/CE disciplina i contratti a tempo determinato, imponendo l'assunzione nei casi in cui i contratti siano reiterati” spiegano dall'Usb. “Precari storici con contratti rinnovati da decenni hanno diritto all'assunzione, ma le stabilizzazioni di fatto sono state bloccate” denunciano.

Il sindacato ha depositato la denuncia proprio per “costringere” l'amministrazione capitolina a “sanare il proprio comportamento discriminante attraverso una stabilizzazione di tutto il personale dei nidi e delle scuole dell’infanzia”. Per il sindacato, che per il prossimo 18 ottobre ha indetto lo sciopero generale, il problema dei precari “ non può essere risolto con un decreto che costringe lavoratrici già in servizio da molti anni a passare sotto le forche caudine di nuovi concorsi pubblici” con il rischio di “licenziamenti di massa” per chi non riesce a superare la prova.

Al termine dell'iniziativa una delegazione di rappresentanza dei lavoratori è stata ricevuta dal vicesindaco Luigi Nieri cui è stata consegnata una copia della denuncia.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campidoglio, l'Usb denuncia il Comune alla Commissione Europea

RomaToday è in caricamento