rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Politica

Proroga fino al 2016 per i precari storici capitolini: "Stabilizzazione dopo la sentenza del Tar"

La giunta capitolina ha modificato e parzialmente integrato il Piano assunzionale 2013. Nieri: "Dopo la decisione del Tar o assunzione diretta o nuova procedura selettiva riservata"

Soluzione provvisoria per i 144 precari storici dell'amministrazione capitolina che nei giorni scorsi avevano protestato in Campidoglio. In attesa di conoscere la posizione del Tribunale amministrativo in merito a un ricorso sul concorso, per non lasciare per strada i 144 precari storici, il dipartimento Risorse umane di Roma Capitale disporrà la proroga fino al 31 dicembre 2016 dei contratti di lavoro a tempo determinato in scadenza alla fine di giugno. Lo prevede una delibera approvata oggi in Giunta con cui è stato modificato e parzialmente integrato il Piano assunzionale 2013. Nel piano il Campidoglio dà per certa la loro assunzione.  Bisogna solo stabilire il modo. La proroga intanto "ci consentirà di non privarci di dipendenti indispensabili all'amministrazione. Si tratta di personale con circa 10 anni di esperienza cui garantiamo l'assoluta continuità lavorativa" continua il vicesindaco.

IL RICORSO A TAR – In un comunicato il vicesindaco e assessore al Personale Luigi Nieri spiega che “le modifiche si sono rese necessarie dopo l'ordinanza di sospensiva del Consiglio di Stato, scaturita in seguito a un ricorso presentato contro il provvedimento dell'amministrazione nei mesi scorsi, e inizialmente respinto dal Tar. Il Tribunale amministrativo dovrà nuovamente esprimersi entrando nel merito, come da sollecitazione dei giudici di Palazzo Spada”.

LA STABILIZZAZIONE – La decisione del Tar influenzerà quindi la modalità di assunzione dei precari storici, ma nel merito della stabilizzazione il Campidoglio sembra deciso a proseguire. Se il Tar dovesse ripensarci infatti è stato predisposto un piano B. “Nel caso in cui il Tribunale Amministrativo dovesse confermare la sua prima valutazione, procederemo all'immediata assunzione a tempo indeterminato e a domanda dei precari che hanno i requisiti previsti; in caso contrario, stabilizzeremo il personale con una differente modalità, ovvero attraverso una ulteriore procedura selettiva speciale riservata”.  

INTEGRAZIONE DEL PIANO – Il Piano assunzionale del 2013 non è stato integrato solo con la stabilizzazione dei precari. "Abbiamo integrato, dunque, il Piano assunzionale 2013 tenendo conto delle procedure selettive che si sono intanto concluse, inserendo fra le disponibilità le graduatorie di ''Istruttore Economico'' e ''Dietista''. Questi profili- aggiunge Nieri- si aggiungeranno agli altri già inseriti nel Piano e saranno dunque valutati nei successivi piani di fabbisogno e assunzionali relativi al triennio 2014-2016”.

D'AUSILIO – Non completamente soddisfatto della soluzione trovata il capogruppo del Pd in Assemblea capitolina Francesco D'Ausilio. “La delibera approvata oggi in Giunta che modifica e integra il piano assunzionale 2013 rappresenta una soluzione che va bene a metà'” dichiara D'Ausilio. "Avremmo preferito l'immediata stabilizzazione dei precari, ma la normativa vigente non sembra consentire ora questo passaggio. Bisogna quindi lavorare come indicato dall'assessore Nieri per garantire continuità lavorativa ai precari. Questo deve essere l'impegno di tutta l'amministrazione".

PECIOLA – Per il capogruppo di Sel Gianluca Peciola invece è “una buona notizia”. Scrive in una nota: “La consideriamo una risposta provvisoria perchè l'obiettivo è la stabilizzazione dei lavoratori. Bisogna quindi proseguire nella strada indicata dal vicesindaco Nieri verso l'assunzione a tempo indeterminato dei 144 lavoratori".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proroga fino al 2016 per i precari storici capitolini: "Stabilizzazione dopo la sentenza del Tar"

RomaToday è in caricamento