Domenica, 20 Giugno 2021
Politica

Aprile di potature nonostante i divieti del regolamento voluto dal M5s. L'appello: "Denunciate ai carabinieri"

Da aprile a luglio il regolamento approvato dal Comune ammette potature solo per urgenti ragioni di sicurezza

Non si possono potare gli alberi durante la stagione riproduttiva degli uccelli. Lo stabilisce il regolamento del verde che, l’assemblea capitolina, ha recentemente approvato. Nonostante questo le motoseghe, anche ad aprile, hanno continuato ad esser messe in funzione.

Un evidente paradosso

Il paradosso è stato sottolineato dall’Organizzazione internazionale per la protezione degli animali. Abbattimenti, sfalci e potature rappresentano “pratiche non solo eticamente condannabili in questo periodo, ma anche contrarie alle stesse disposizioni comunali ed alle direttive comunitarie” ha ricordato Rita Corboli, delegata dell’OIPA di Roma.

L'invito a denunciare i tagli

“Stiamo ricevendo numerose segnalazioni d’interventi devastanti per il verde e per gli uccelli un po’ da tutta Roma, dal centro alla periferia. I cittadini si sentono impotenti di fronte a tanta desolazione, e noi - ha sottolineato  la referente cittadina dell’OIPA - consigliamo sempre di denunciare questi interventi fuorilegge ai Carabinieri forestali e alla polizia municipale”.

Il maxi appalto sulle potature

Per effettuare la manutenzione degli alberi il Campidoglio ha recentemente annunciato l’avvio di un importante maxi appalto. Le ditte incaricate dal Campidoglio hanno a disposizione 60 mii,oni di euro, in tre anni, per dedicarsi “prevalentemente ad interventi di potatura” aveva spiegato proprio Roma Capitale. Le ditte sono impegnate anche in “sostituzioni  deceppamenti ed eventuali abbattimenti” ma, appunto, il grosso degli interventi sono destinati alle potature. L’appalto è divenuto operativo però a fine marzo. Paradossalmente in un periodo in cui, questo genere di operazioni, andrebbe invece evitato.

Cosa prevede il nuovo regolamento capitolino

“Le potature  - si legge all'articolo 33 del nuovo regolamento comunale per il verde - devono essere realizzate nel rispetto della nidificazione dell’avifauna, escludendo di norma il periodo che va da aprile a luglio, fatti salvi gli interventi urgenti dettati da ragioni di sicurezza ed incolumità pubblica”. Quindi niente manutenzioni in questo periodo. Lo stabilisce appunto un regolamento votato dall’attuale amministrazione capitolina. La stessa che a fine marzo enfatizzava come “una svolta storica” l’avvio d’interventi che prevedevano “prevalentemente le potature”. Il corto circuito è evidente. Le proteste dei cittadini e delle associazioni, dall'OIPA al WWF, appaiono fondate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aprile di potature nonostante i divieti del regolamento voluto dal M5s. L'appello: "Denunciate ai carabinieri"

RomaToday è in caricamento