menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manutenzione del verde, il maxi appalto diventa esecutivo. Per quest'anno però il tempo delle potature è finito

Il Campidoglio annuncia lo sblocco dell'appalto da 60 milioni. Ma per le potature è già tardi

Sessanta milioni in tre anni per la manutenzione del verde. Il maxi appalto che il Campidoglio aveva comunicato per imminente a settembre, entra finalmente nel vivo. Ora che, la stagione delle potature, sta volgendo al termine.

Un risultato storico

“Sono stati firmati venerdì scorso (6 marzo ndr) i verbali di avvio del servizio con le ditte aggiudicatarie dell'appalto da 60 milioni sul verde verticale che garantirà per 3 anni la cura del patrimonio arboreo della capitale” ha fatto sapere la Sindaca. La firma di questi verbali, consente al Comune di liberare risorse preziose nella gestione del patrimonio forestale capitolino. Non a caso Raggi ha definito l’operazione “un risultato storico che darà una svolta nella gestione del verde pubblico cittadino”.

Come impiegare i fondi dell'appalto

Con i fondi a disposizione “Le ditte specializzate - ha spiegato Raggi - svolgeranno prevalentemente interventi di potatura, ma si occuperanno anche di sostituzioni, deceppamenti ed eventuali abbattimenti”. Interventi che si erano fatti attendere, quindi, saranno eseguiti. Ma soprattutto a partire dal prossimo anno.

Quando fare le potature 

“Le potature si possono fare fino al termine di marzo, poi dipende da cosa si pota, la rimonda del secco si può fare sempre” ha spiegato l’agronoma Sara Sacerdote, esperta in verde urbano. “Se però si tratta di tagliare rami che secchi non sono, va rispettato il ciclo di vita delle piante e degli animali”, ben sapendo, come l’agronoma ha osservato, che “il problema di quest’anno è che sta facendo caldo e quindi si deve anticipare tutto”. 

Ultimi giorni utili

“Da un punto di vista normativo, per evitare d’interferire con la nidificazione degli uccelli selvatici, le potature degli alberi ed anche degli arbusti, vanno eseguite entro metà aprile. Questo è quanto stabilisce la norma comunitaria - ha spiegato Enrico Lazzari, agronomo iscritto all’albo - invece, dal punto di vista fitologico, le potature vanno eseguite prima del risveglio vegetativo, dunque per alcuni alberi sarebbe già tardi, penso ad esempio al mandorlo che ha già finito la fioritura. In generale possiamo dire che la stagione delle potature, quest’anno, stia già volgendo al termine”

Terminato il ciclo di freddo che negli ultimi giorni imperversa sulla Capitale, sarà già tardi per svolgere le manutenzioni sugli alberi. I frutti dello storico risultato annunciato dalla sindaca, quindi, potranno essere goduti soprattutto a partire dal prossimo dicembre. Quando, cioè, potranno riprendere le tanto attese potature.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento