Pomarici, stupri: “la misura è colma”

Intervista al Presidente del Consiglio comunale capitolino: "La misura è colma sotto tutti i punti di vista, il rischio di farsi giustizia sommaria è elevatissimo e la questione mi preoccupa molto"

Dopo l’ennesimo episodio di violenza sessuale a Roma alla Caffarella, RomaToday ha intervistato Marco Pomarici (Pdl), Presidente del Consiglio comunale capitolino. "La misura è colma sotto tutti i punti di vista, il rischio di farsi giustizia sommaria è elevatissimo e la questione mi preoccupa molto". Così il Presidente ha commentato lo stupro di sabato. “Sono sgomento per la brutale violenza - scrive in una nota – L’Amministrazione Comunale sarà vicino alla giovane e alla sua famiglia anche in sede legale, come ha stabilito il Consiglio Comunale straordinario del 29 gennaio scorso”.

Violenza sulle donne: qual è la sua opinione sui recenti fatti di cronaca, passando per Capodanno, Primavalle e Guidonia?


“Sono stati episodi vergognosi cui abbiamo prestato la massima attenzione; ho chiesto una consiglio comunale straordinario che ha avuto luogo il 29 gennaio. Non è stato un consiglio di chiacchiere, ma di proposte concrete e condivise. Voglio elogiare l'atteggiamento costruttivo dell'intera aula. Un atteggiamento serio e responsabile come avevamo auspicato”.

Esiste davvero un’emergenza sicurezza?


“No, e parlano chiaramente i numeri: i reati sono in calo del 30%, i militari dislocati hanno permesso di liberare personale delle forze dell’ordine con una conseguente maggior controllo del territorio. Purtroppo le violenze contro le donne sono imprevedibili, si tratta di un crimine ancora troppo diffuso e incontrollabile. Ognuno può commetterlo, anche dentro le mura domestiche”

Che eredità vi ha lasciato, da questo punto di vista, l’Amministrazione precedente?

“Soprattutto sui conti, la situazione iniziale era drammatica, e solo ora si è normalizzata grazie alla sobrietà del Sindaco e all’intervento del Governo che ha dimostrato di avere a cuore le sorti di Roma”

Quali sono i provvedimenti che il Comune prenderà e ha già preso? Cosa chiedono i romani?


“I Romani chiedono una città a misura loro, più pulita, meno caotica, più sicura. Questa amministrazione sta lavorando soprattutto in queste direzioni, e il gradimento crescente nei sondaggi  indica che questo impegno viene riconosciuto e apprezzato dai cittadini”

Come intervenire anche nelle zone di periferia?


“Le periferie non sono e non devono essere una realtà avulsa dal contesto cittadino, si sta procedendo a una riqualificazione che parta dall’implemento dell’illuminazione e dalla presenza delle forze dell’ordine per contrastare ogni forma di illegalità e microcriminalità”

Cosa pensa della polemica sui domiciliari allo stupratore della Fiera di Roma?

“E’ fondamentale la certezza della pena, nessuno deve poter pensare che esista l'impunità per reati così odiosi e vigliacchi. Le forze dell'ordine svolgono un lavoro investigativo straordinario. E' quindi necessario che a coloro che vengono arrestati non siano immediatamente concessi gli arresti domiciliari”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento