Sabato, 31 Luglio 2021
Politica Malagrotta

Rifiuti, Polverini alla discarica: “Non ci sarà Malagrotta bis”

Renata Polverini ha visitato la discarica di Malagrotta e ha parlato del futuro dei rifiuti prospettando la necessità di un nuovo gassificatore. "Cerroni rispetterà l'ordinanza"

Questa mattina Renata Polverini ha visitato la discarica di Malagrotta, accompagnata dall'assessore ai Rifiuti, Pietro di Paolo, e dal presidente del consorzio Colari, Manlio Cerroni, quindi ha dichiarato: "Mi pare che ci siano tutte le condizioni per evitare una seconda Malagrotta, per arrivare a trattare quanti più rifiuti possibile per trasformarli in ricchezza per la città e per la regione insieme alla differenziata".

Polverini ha effettuato un tour al gassificatore, alla centrale biogas, all'impianto di pretrattamento e alla discarica. "Non avevo mai visitato l'impianto - ha commentato - e mi è sembrato giusto verificare le condizioni e capire rispetto al tmb e alle linee di gassificazione quali sono i tempi e cosa ci dobbiamo aspettare. Rispetto al piano mi pare ci siano le condizioni per proseguire". A chi le chiedeva se ci saranno altre proroghe, dopo quella di sei mesi da lei firmata lo scorso 31 dicembre, Polverini ha risposto: "Ora stiamo lavorando, vediamo cosa accadrà; i tempi di realizzazione degli impianti hanno molto a che fare con i provvedimenti relativi alla discarica".

Nel provvedimento la Polverini ha chiesto infatti a Cerroni, il numero uno di Malagrotta, la realizzazione di un sistema di tritovagliatura e di efficentare la struttura, mentre all'azienda comunale dei rifiuti ha disposto di portare a pieno regime gli impianti di Rocca Cencia e Salaria. "Il trattamento meccanico biologico (tmb) - ha spiegato Polverini - deve funzionare al massimo e devono essere installate le altre due linee di gassificazione che hanno già la predisposizione. Se tutto ciò si può fare in sei mesi? Se c'è la volontà si può fare tutto". A chi le chiedeva infine perché si aspettasse esiti da questa ordinanza, dal momento che lo scorso luglio ne aveva firmata un'altra analoga valida fino al 4 gennaio che non aveva prodotto risultati, ha risposto: "Perché allora non c'era il piano rifiuti. Ora è iniziato il suo iter e sarà presentato a Bruxelles. Adesso - ha concluso - ci sono tutti gli elementi che prima evidentemente non c'erano."

Quindi Renata Polverini ha parlato anche delle necessità future: "Probabilmente ci sarà bisogno di un nuovo impianto di gassificazione. Stiamo valutando anche questo: più rifiuti trattiamo, più riusciamo a fare una stima precisa di quanti sono gli impianti di cui necessita la nostra Regione". Lo ha detto la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che questa mattina ha visitato la discarica di Malagrotta. A chi le chiedeva invece del gassificatore di Albano, la governatrice ha risposto: "Siamo in attesa del consiglio di Stato, per ora non diciamo nulla".

Riguardo ai rapporti con la maggioranza il presidente della regione ha spiegato: “Con la maggioranza ci siamo incontrati, domani vedrò i partiti dell'opposizione, ho già incontrato il presidente della Provincia Zingaretti: mi pare che in questa partita dei rifiuti tutte le forze sociali e istituzionali vogliano andare avanti insieme". Lo ha detto la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, che questa mattina ha visitato la discarica di Malagrotta. "Sarebbe una grande prova di maturità - ha proseguito - che questa regione finora non è mai riuscita a dare e può essere l'unica chiave per dare risposte definitive senza entrare in emergenza nemmeno un minuto".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Polverini alla discarica: “Non ci sarà Malagrotta bis”

RomaToday è in caricamento