Politica

Polverini: “Vado Avanti”. Sì ai tagli delle commissioni speciali

Approvata all'unanimità la proposta di legge che prevede l'abolizione delle tre commissioni speciali del consiglio

Nel giorno più atteso alla Regione Lazio, quello “della verità”, Renata Polverini parla al Consiglio Regionale riunito e fa il punto della situazione: “Oggi abbiamo centrato l'obiettivo, ciò che avevo chiesto: abbiamo dimezzato le commissioni, abolito quelle speciali, azzerato i trasferimenti al consiglio regionale. Ora metteremo in campo un regolamento serio".

Quindi, conclude il suo discorso guardando al futuro suo e della sua giunta: “Se ve la sentite di andare avanti? Io me la sento". Infine, un'ultima stoccata verso Bersani: "dice che mi devo dimettere ma mi deve spiegare perché non lo ha fatto lui davanti alle vicende Lusi e Penati".

Quindi, Polverini incassa il primo sì: quello dell'approvazione della proposta di legge per i tagli alle commissioni. Infatti, il consiglio regionale del Lazio ha approvato all'unanimità (69 sì su 69 votanti) la proposta di legge che prevede l'abolizione delle tre commissioni speciali del consiglio, uno dei due provvedimenti all'ordine del giorno insieme al dimezzamento delle commissioni ordinarie. E' il rush finale sulla "spending review" voluta dalla stessa governatrice dopo lo scandalo dei fondi Pdl che ha travolto la Regione. Polverini è arrivata in aula intorno alle 14:20. Da questo voto dipende la sua permanenza alla guida del Lazio: "Decido venerdì, ma se approvano i tagli in consiglio, resto", aveva detto, e oggi ha ribadito: "Se il consiglio regionale vota il taglio delle commissioni e gli altri provvedimenti avremmo fatto un passo per andare avanti". Dal canto suo il Pdl vuole fortemente che lei resti al suo posto, perché "è una vittima" dello scandalo, come ha detto il segretario del partito Angelino Alfano.

Intanto magistrati e investigatori si sono riuniti questa mattina per un vertice in procura per fare un punto sull'inchiesta che vede indagato con l'accusa di peculato l'ex capogruppo pidiellino Franco Fiorito. Oggetto della riunione è stata anche l'attività ispettiva svolta ieri dalle Fiamme gialle nella sede della Pisana, dove per alcune ore sono stati ascoltati diversi funzionari dell'ufficio di presidenza del Consiglio. E sempre ieri il nome della governatrice è stato più volte tirato in ballo nelle numerose dichiarazioni che Fiorito ha rilasciato. E dove ha assicurato che Polverini non sapeva della distribuzione dei fondi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polverini: “Vado Avanti”. Sì ai tagli delle commissioni speciali

RomaToday è in caricamento