menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

FOTO ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Poliziotto accoltellato a Tor Bella Monaca: slogan e tweet di Salvini non bastano più

Le sigle sindacali: "Servono teser e pene certe". L'agente accoltellato a Tor Bella Monaca era intervenuto durante una lite in via dei Cochi. E' stato colpito al torace, non sarebbe in pericolo di vita

Le chiacchiere non bastano più. Gli slogan e la "solidarietà" non salvano le vite. Le sigle sindacali di polizia sono stanche di sentire solo parole o leggere post sui social. Vogliono i fatti e li chiedono in massa. Sbattendo i pugni.

L'aggressione di Tor Bella Monaca, con l'agente ferito da una coltellata in via dei Cochi, ha innescato l'ennesimo tam tam di "solidarietà" dei politici. Il poliziotto, ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma è monitorato dai medici, sembra che non sia in pericolo di vita.

Dalla sindaca Virginia Raggi al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, fino al tweet del ministro dell'Interno Matteo Salvini che, note stampa alla mano, ha di fatto innescato una serie di reazioni. 

Armando Riccardo, segretario regionale del sindacato di Polizia Libertà e Sicurezza dell'Ugl, a RomaToday è chiaro: "La solidarietà dei politici a noi non interessa. Sentiamo solo chiacchiere. Chi pubblicizza i proprio interessi su questi fatti vuol dire che non ha chiaro di come i poliziotti italiani debbano essere tutelati con leggi chiare. Vogliamo i teaser non la solidarietà". 

Leggi e pene certe che vogliono anche le altre sigle sindacali. "Ormai è un bollettino di guerra. Occorre intervenire da subito attraverso il decreto sicurezza bis, prevedendo di comminare pene più severe. Agli agenti servono anche le giuste dotazioni come il taser e corpetti protettivi", sottolinea Stefano Paoloni segretario generale del Sap, sindacato autonomo di polizia.

Valter Mazzetti segretario generale della Fsp Polizia di Stato è dello stesso avviso: "Mentre i colleghi finiscono aggrediti, accoltellati e feriti in ogni modo quasi ogni giorno, noi ancora aspettiamo i taser".

salvini-20-2

Per Domenico Pianese segretario generale del sindacato di polizia Coisp, "è indispensabile, in questo momento, rafforzare il sistema di controllo del territorio, soprattutto in alcuni quartieri della Capitale. Siamo a corto di uomini e di mezzi e in alcune aree della città è necessario aumentare gli equipaggi che intervengono per questo tipo di operazioni, che da uno devono passare a due, proprio per evitare aggressioni di questa portata".

Il succo è chiaro: gli slogan in 150 caratteri non bastano più. Servono più agenti e più dotazioni. Il rischio che però si faccia "solo propaganda" politica c'è, come ha dichiarato in una nota il deputato del Pd, Roberto Morassut: "Sono anni che come Pd ci battiamo a Tor Bella Monaca per avere una sede del commissariato. Lo facciamo da quando a Roma governava la destra che si era riempita la bocca con la 'sicurezza', ma il comune non ha mai provveduto, nemmeno con Virginia Raggi. Nemmeno davanti a migliaia di firme. Era una richiesta formulata anche dalla Commissione parlamentare d'inchiesta sulle periferie di cui fui relatore nel 2018. Quella stessa commissione abolita dalla maggioranza di Salvini e Di Maio".

cats-28

A sollecitare il Ministro dell'Interno Salvini ci pensa anche Barbara Mannucci, già deputata e candidata nel 2018 nel collegio di Tor Bella Monaca, proprio in quota Lega: "Credo sia giunto il momento di smetterla di esprimere solidarietà alle forze dell'ordine quando accadono fatti così gravi. La solidarietà si esprime con le azioni inviando personale di supporto in una zona di frontiera come è Tor Bella Monaca. Come candidata del centro destra in quel collegio alle scorse politiche ho visto con i miei occhi la situazione gravissima in cui operano i poliziotti del commissariato Casilino".

"Abbiamo invitato anche Salvini all'epoca a farsi un giro nel territorio. Droga rapine scippi e violenze. Ha visto personalmente cosa avviene quotidianamente". Mannucci quindi conclude: "Lo Stato deve farsi sentire pesantemente. Il governo deve inviare personale in supporto agli operatori già presenti sul territorio che sono pochi rispetto alla vastità e alla densità abitativa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento