rotate-mobile
Politica

Piccoli comuni: dalla Regione due milioni di euro per i progetti di rigenerazione urbana

Il bando “Un Paese ci vuole” è online. Finanzia recupero di edifici, aree verdi e beni culturali

 Due milioni  per finanziare gli interventi di rigenerazione urbana nei comuni con meno di 5mila abitanti. Per il terzo anno consecutivo la Regione Lazio ha deciso di spronare le amministrazioni locali, mettendo a disposizione un tesoretto.

I fondi a disposizione

L’avviso pubblico è già online. Il bando “Un Paese di vuole” destina oltre 2,1 milioni di euro per il biennio 2022/2023. Soldi che potranno essere investiti per valorizzare i tantissimi piccoli centri di cui è ricco il Lazio. Un patrimonio comune che è stato particolarmente apprezzato quando, per le limitazioni imposte dal Covid, non si poteva uscire dalla propria regione.

Il patrimonio dei piccoli comuni

“I piccoli comuni del Lazio rappresentano un patrimonio imprescindibile di storia, tradizioni, paesaggi, produzioni d’eccellenza - ha premesso il presidente Nicola Zingarett, che ha ricordato inoltre come “Con le due edizioni precedenti del bando” siano stati già finanziati  248 progetti in ogni provincia del Lazio dando vita a una rete solida di piccole realtà che, con le loro risorse storiche e naturali e le idee di chi le vive, può portare a un rilancio reale e duraturo dell’intero territorio”.

Come investire i finanziamenti

I fondi potranno essere richiesti per sostenere interventi per la sistemazione di spazi pubblici, il recupero di edifici, di aree verdi, di beni culturali, la realizzazione di percorsi pedonali o l’installazione di opere d’arte. Particolare attenzione verrà riservata a quei progetti che tengano conto delle tradizioni locali, del  patrimonio culturale immateriale e che coinvolgano attivamente la comunità e, in particolare, i più giovani. Ogni comune, com’è accaduto anche nelle precedenti edizioni, può ricevere fino a 40.000 euro a fondo perduto per ogni proposta progettuale. Le richieste dovranno essere inviate via PEC entro le ore 16 del 15 settembre.
 
“Abbiamo sempre affermato che i nostri Piccoli Comuni rappresentano dei veri e propri scrigni di biodiversità dove l’intreccio tra natura, cultura, storia e tradizioni, si esprime alla massima potenza, trovandone conferma ogni giorno. Questo nuovo bando sulla riqualificazione territoriale, - ha spiegato Cristiana Avenali, responsabile regionale dei Piccoli Comuni - concentrerà la propria attenzione nei confronti dei partecipanti che cureranno soprattutto questi temi e saranno i progetti particolarmente capaci di valorizzare questo intreccio, quelli che verranno premiati”.

L'importanza di fare rete

“Il successo enorme di tutti gli altri bandi non ci fa temere sulla partecipazione, ma la sfida che stiamo giocando e che con la generosità e bravura dei Piccoli Comuni porta ogni giorno risultati esaltanti, è avere una qualità della progettualità sempre più alta con progetti sempre più replicabili ed in rete. La messa in rete, la cooperazione, rappresentano sicuramente chiavi di successo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piccoli comuni: dalla Regione due milioni di euro per i progetti di rigenerazione urbana

RomaToday è in caricamento