menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidio in piazza Vittorio

Il presidio in piazza Vittorio

Piazza Vittorio, dopo la diffida dei residenti non si placa la protesta: "Ora Polizia in presidio permanente"

Oggi il sit in di Fratelli d'Italia. La prossima settimana una mozione in Consiglio comunale 

Più decoro e sicurezza nell'area di piazza Vittorio. Dopo la diffida dei residenti a Virginia Raggi, con richiesta di intervenire sulla presenza fissa di clochard sotto i portici - e l'intervento estemporaneo di vigili e Ama - sul tema si fanno sentire anche esponenti di opposizione. Oggi il presidio di Fratelli d'Italia, tornato a chiedere alle istituzioni decoro e sicurezza per la zona dei portici con una proposta specifica: un presidio permanente delle forze dell'ordine nella storica piazza del rione Esquilino. 

A chiederlo, in particolare, è stato il capogruppo in Campidoglio, Andrea De Priamo, sceso in piazza assieme al deputato Federico Mollicone, al capogruppo in I Municipio, Stefano Tozzi, e ad altri militanti del partito. "Oggi - ha spiegato De Priamo - ribadiamo la nostra presenza costante nel rione. L'emergenza del degrado dei portici è una priorità assoluta e noi ci batteremo fino in fondo per risolverla. Questo deve tornare ad essere uno dei salotti della città ma purtroppo con la riapertura dei giardini, di cui siamo contenti, Raggi ha dimenticato la video sorveglianza sulla piazza, e già ne stiamo pagando le conseguenze. Contro questo degrado in Campidoglio abbiano sollecitato Raggi, in tempi non sospetti, ovvero prima della diffida dei cittadini. Ma non ci hanno mai risposto, per questo crediamo serva un presidio permanente delle forze dell'ordine sotto i portici".

Il tema, è la promessa, arriverà anche in aula Giulio Cesare. "La prossima settimana - ha chiarito il consigliere - porteremo in Aula Giulio Cesare una mozione per chiedere alla Raggi di attivare questa task force per vigilare sotto i portoci, sperando che questa volta i 5 Stelle la approvino". Tozzi ha ricordato "il recente esposto dei cittadini, spontaneo certo, ma a cui noi di FdI abbiamo guardato con favore. Perchè va bene la solidarietà ma senza decoro e sicurezza poi si vengono a creare situazioni simili. Serve invece un'ordinanza antialcol ed una antibivacco per tutelare l'area tra piazza Dante e piazza Vittorio".

In realtà contro il bivacco esiste già il regolamento di Polizia urbana, quello che i residenti hanno chiesto a Raggi di applicare. La questione va ben oltre il bivacco, inserendosi in una più ampia emergenza legata al freddo e a un piano di accoglienza per i senzatetto messo in piedi dal Comune che, a detta delle stesse associazioni umanitarie in primis Sant'Egidio, non si sta rivelando sufficiente a coprire le necessità. 

"Chiediamo che allestiscano centri di ricovero umanitario con ricovero obbligatorio in caso di rischio covid" commenta Mollicone. "E poi chiederemo al prefetto un piano con la presenza di un gruppo interforze per risolvere questa situazione. Oltre alla presentazione di un emendamento e un ordine del giorno, infine, abbiamo posto un'interrogazione parlamentare a firma congiunta al ministro dell'Interno Lamorgese per sapere quali iniziative urgenti, e di lungo termine, intenda adottare al fine di salvaguardare la sicurezza dei cittadini, il decoro dell'Esquilino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento