rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica Borgo / Piazza Pia

A piazza Pia, ritrovato e rimosso uno scheletro umano. Il cantiere non si ferma

Nello scavo eseguito a pochi metri da Castel Sant'Angelo sono state portate alla luce delle ossa umane

Il cantiere di Piazza Pia regala un piccolo mistero. Lo scavo eseguito per realizzare il sottopasso, una delle opere più attese tra gli interventi giubilari, ha portato alla luce uno scheletro umano.

Le origini dello scheletro

Le ossa, su indicazione della Soprintendenza di Stato, sono state rimosse e verranno sottoposte ad un’analisi per stabilirne la datazione. L’ipotesi formulata, al momento, è che appartenessero ad una persona vissuta tra il Seicento ed il Settecento. Il periodo va comunque verificato ma dalla Soprintendenza fanno sapere che non si tratta di uno scheletro che possa essere legato all’epoca in cui la Mole Adriana venne realizzata.

I lavori proseguono

La zona del ritrovamento è quella dove insisteva il borgo demolito per consentire la realizzazione di via della Conciliazione. Lo scheletro rinvenuto non inficia comunque il proseguimento del cantiere. I lavori necessari alla realizzazione dell’atteso sottopasso e della piazza pedonale soprastante, quindi, proseguono come da cronoprogramma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A piazza Pia, ritrovato e rimosso uno scheletro umano. Il cantiere non si ferma

RomaToday è in caricamento