Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Trasporti, il piano della Regione: "Un treno ogni 7,5 minuti sulle tratte urbane"

Il Piano è stato presentato oggi dal Presidente della Regione Lazio e dell'ad delle Ferrovie dello Stato. Sul piatto oltre 160 milioni di euro per nuovi convogli, tram e mobilità sostenibile

20 mila nuovi posti a sedere per un totale di 200 chilometri di servizio metropolitano con un investimento di 64 milioni di euro di fondi europei per comprare nuovi convogli e 100 milioni per tram, bus e mobilità sostenibile. Punta a un sistema di trasporto pubblico più efficiente e sostenibile il piano della mobilità della regione Lazio le cui linee guida sono state presentate oggi il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, l'ad di Ferrovie dello Stato, Michele Maria Elia, l'ad di Trenitalia, Vincenzo Soprano, l'assessore regionale ai Trasporti, Michele Civita, e il professore Francesco Filippi, direttore del Centro di ricerca per i trasporti e la logistica de La Sapienza. Da lunedì invece, la discussione alla Pisana.

IL PIANO - Cinque le azioni previste dal piano per mettere in campo la 'rivoluzione del ferro': nuovi treni Vivalto per i pendolari, oggi è stato consegnato il decimo di 26; 64 milioni di euro di nuovi fondi Ue per l'acquisto di nuovi treni per il trasporto regionale con lo scopo di arrivare, insieme a Trenitalia, al rinnovo dell'intero parco rotabile; tre nuove linee di servizio metropolitano per la Capitale: si punta a 20mila posti a sedere in più e all'efficientamento dei 200 km di ferrovie metropolitane garantendo il passaggio di un treno ogni 7,5 minuti sulle tratte urbane della Roma-Viterbo, la Orte-Fiumicino e la Roma-Cassino; chiusura dell'anello ferroviario a Nord; alta velocità a Fiumicino e potenziamento del Leonardo express.  Il piano prevede la riduzione delle emissioni, oltre a un sistema logistico che valorizzi le potenzialità del porto di Civitavecchia, dell'aeroporto di Fiumicino e della rete ferroviaria con le sue penetrazioni nell'area urbana centrale. Per quanto riguarda il tpl e l'intermodalità dei passeggeri la visione è di servizi integrati tra loro con una fornitura che avvenga in un sistema pubblico o privato, che promuova e organizzi la concorrenza, premi l'efficienza, la qualità e l'economicità e separi la programmazione dalla gestione, il controllore dal gestore.

ZINGARETTI - Soddisfatto il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: “La Regione finalmente grazie allo sforzo di risanamento si è data un piano della mobilità che scommette sul ferro per avere una regione dove ci si muova meglio, senza l'incubo del traffico e dei treni pieni. “Investiremo 64 milioni per comprare nuovi treni e stiamo intensificando le linee: sulla Roma-Viterbo ci sarà un treno ogni sette minuti e mezzo nella tratta urbana, così come da Monterotondo. Investiremo ancora sui posti per il trasporto extraurbano". Il governatore ha poi sottolineato il percorso partecipato del piano: "Lunedì inizierà la discussione in Consiglio regionale, ci sarà un sito internet affinché anche i cittadini e i comitati dei pendolari potranno contribuire e suggerire e ascolteremo anche i sindaci. Il piano della mobilità sarà partecipato. Ora l''importante è ascoltare, abbiamo le risorse europee e pagati i debiti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporti, il piano della Regione: "Un treno ogni 7,5 minuti sulle tratte urbane"

RomaToday è in caricamento