rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Piano per Roma, Calenda bacchetta Raggi: "Sembra una turista per caso"

Il Ministro critica i comportamenti della sindaca

Alla fine c'è da auspicarsi che, la fredda partecipazione del Comune al Tavolo per Roma, sia frutto di una scelta politica. Perchè l'alternativa sarebbe ancora più difficile da accettare. "Se fosse dovuta ad un mix di arroganza e incompetenza saremmo di fronte ad una situazione senza speranza". Parole del Ministro Calenda, uno dei protagonisti di questo tavolo, nato per corcertare le iniziative che Stato Regione e Comune devono mettere insieme per rilanciare la Campitale.

Una turista per caso

Intervistato da Il Messaggero, il ministro dello Sviluppo economico non lesina le critiche. La prima cittadina, viene descritta come fosse un disco rotto, che ad ogni occasione torna a riproporre lo stesso tema. Così, la richiesta di maggiori risorse economiche, diventa una sorta di litania. Fondi che vengono domandati  "senza essere in grado di spendere nemmeno quelli che ha e senza chiarire cosa vorrebbe fare con i nuovi". Secondo il Ministro Calenda, l'atteggiamento della Sindaca sembra quello di "una turista per caso",  ovvero diuna persona convinta del fatto che "Governo e Regione fanno un lavoro per Roma, mentre lei sceglie il menù come fosse al ristorante".

L'incontro col mondo dell'impresa

Le critiche, muovono soprattutto in una direzione. A Raggi viene essenzialmente imputata una scarsa collaborazione. Non da oggi, visto che già a fine settembre era stata segnalata la stessa problematica. Nell'intervista però, Calenda si fa ancora più esplicito. Disegna il ritratto di una Sindaca, "la turista per caso" che  "Guarda le cose e dice questo sì, questo forse, questo vediamo e comunque dateci più soldi." Un atteggiamento che, il Ministro dello Sviluppo economico, reputa inaccettabile. E per suffragare la propria opinione, fornisce anche degli esempi. Su tutti quello dell'assenza della prima cittadina, all'incontro con Unindustria, Camera di Commercio e le prime cento imprese romane. 

L'assenza della Sindaca

All'appuntamento voluto da Calenda,  Raggi non si presenta. "Ma io Io vado avanti, ma non intendo accettare per un minuto in più questo atteggiamento". E quindi occorre un'inversione di tendenza, serve che "La signora sindaca quando si chiamano le imprese romane si presenti, le incontri e le ascolti. Perché avrebbe compreso che le principali tre società di telecomunicazioni italiane hanno detto che a causa delle delibere comunali il 5G, la banda ultralarga mobile, a Roma non può arrivare. Nel documento presentato due giorni fa ci sono 19 iniziative prioritarie sulle quali rifondare il posizionamento della capitale". Si riparte da lì. "Alla fine della presentazione (dei 19 progetti ndr) peraltro già rivista con il suo staff,  la Sindaca ci ha detto che ci farà sapere" Bontà sua".  Il difficile rapporto tra la Capitale ed il Governo prosegue. Entro Natale è previsto un nuovo incontro. Forse la scelta del periodo sarà d'aiuto: il clima natalizio potrebbe scaldare quei rapporti che, finora, si sono mostrati decisamente freddini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano per Roma, Calenda bacchetta Raggi: "Sembra una turista per caso"

RomaToday è in caricamento