Politica

Piano nomadi, Santori (Pdl): "E' una prioirtà indiscutibile e non più rinviabile"

Fabrizio Santori, presidente della commissione Sicurezza di Roma Capitale, sostiene che occorre effetturare lo sgombero immediato dei campi tollerati di via degli Schiavonetti, nel X Municipio e di La Monachina, al confine tra il XVI e il XVIII Municipio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“L’accelerazione del piano nomadi deve essere una priorità indiscutibile e non più rinviabile, così come lo sgombero immediato dei campi tollerati di via degli Schiavonetti, nel X Municipio e di La Monachina, al confine tra il XVI e il XVIII Municipio”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, presidente della commissione Sicurezza di Roma Capitale.

“Per scongiurare l’ennesima chiusura forzosa della rampa di collegamento con la via Aurelia, che passa ai margini del campo nomadi tollerato di La Monachina, preannunciata in questi giorni dalla società Anas S.p.A, è necessario sgomberare e bonificare il sito, oggi sovrastato dai rifiuti pericolosi ed inquinanti e scoli di acqua provenienti da allacci idrici abusivi presenti all’interno dell’insediamento, che rendono l’area  impraticabile dal punto di vista igienico sanitario e della circolazione".

"I residenti e gli utenti della strada – aggiunge Santori - sono stanchi di essere vittime di degrado e insicurezza e di subire impedimenti al libero e regolare diritto alla mobilità tra Castel di Guido e Massimina. E’ un copione già visto e i responsabili di tale scempio reiterato devono essere immediatamente espulsi dal territorio. Se non si metterà la parola fine al campo della Monachina, ogni intervento di ripristino dello stato dei luoghi sarà vano e durerà lo spazio di pochi giorni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano nomadi, Santori (Pdl): "E' una prioirtà indiscutibile e non più rinviabile"

RomaToday è in caricamento