rotate-mobile
Politica

Zingaretti presenta il nuovo piano investimenti 2021-2027: per il Lazio 16,6 miliardi di euro 

Il presidente della Regione: "Tante risorse con le quali potremo fare del Lazio dei prossimi anni uno dei poli europei più avanzati nella produzione di benessere"

Quasi due miliardi per la sanità e la casa, altri 4,6 per ferrovie, strade, porti e reti digitali, e 2,2 per l'ambiente, ovvero per transizione energetica, bonifiche e interventi su acqua, aria e rifiuti. E ancora: 1,5 miliardi per il sostegno alle comunità locali, dalle aree urbane ai piccoli borghi, 823 milioni per il lavoro, 888 per sostenere la scuola e la ricerca, 1,8 miliardi a favore delle imprese, delle start up, dell'industria e del turismo e 585 milioni per sport e cultura. 

Sono queste le 8 macroaree a cui saranno dedicati i 16,6 miliardi di euro della nuova programmazione 2021-27 della Regione Lazio.
A presentare il quadro degli interventi, questa mattina al Centro Congressi di Roma, è stato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, alla presenza del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, della ministra per la Coesione territoriale Mara Carfagna, quella per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini, del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Vincenzo Amendola, e del commissario europeo per l'economia Paolo Gentiloni.

Le risorse a disposizione del Lazio derivano per 7,4 miliardi da PNRR e dal Piano nazionale complementare, 1,8 miliardi dal Fesr, 1,6 miliardi dal Fse, 0,8 miliardi dal Feasr 2,5 miliardi dal Fsc (Fondo per lo sviluppo e la coesione), mezzo miliardo dal fondo investimenti regionali del MEF e 2 miliardi di euro già impegnati e destinati dalla vecchia programmazione 2014-2020.

"Tante risorse - ha commentato Zingaretti - con le quali potremo fare del Lazio dei prossimi anni uno dei poli europei più avanzati nella produzione di benessere". E ancora: "La precedente programmazione era la metà di quella di oggi. Noi abbiamo fatto i compiti a casa e speso tutto un anno prima della scadenza. Ora ci vuole una missione, serve un'idea. Che deve essere legata a come vogliamo il Lazio tra 7 anni. Per noi questa idea non è nient'altro che quello che già c'è scritto nella nostra Costituzione, che noi vogliamo implementare. La Costituzione è un programma da realizzare e se non si realizza, la democrazia soffre. Sarà il nostro programma. Per questo il Lazio punterà sul lavoro, sul diritto alla salute, sulla scuola, sui diritti sociali e su quelli delle imprese. Lavoreremo a questo obiettivi". 

"Il Lazio - ha aggiunto - tra 7 anni sarà una regione con meno discriminazioni di genere, con più diritti. Una regione dove gli amministratori avranno accesso alle risorse europee in maniera uguale. Che pagherà i suoi impegni prima della scadenza delle fatture. Che indirizzerà la rivoluzione digitale. Sarà una regione più verde, con invesitmenti sulla mobilità sostenibile e su un'agricoltura che privileggierà il biologico e il recupero
delle aree montane. Sarà una regione che punterà, infine, ad essere la migliore per la ricerca e che riconvertirà tutti i distretti industriali della regione".

(fonte agenzia di stampa Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zingaretti presenta il nuovo piano investimenti 2021-2027: per il Lazio 16,6 miliardi di euro 

RomaToday è in caricamento