rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Politica

Strade invase da foglie e guano, M5s bacchetta Ama: "Metta on line interventi programmati"

Consiglieri grillini in commissione contro Ama: "Non rispetta quanto deliberato dall'aula e stabilito nel contratto di servizio"

Foglie e guano, un incubo per chi si ritrova a guidare uno scooter per le strade della città. Per non parlare del cattivo odore e del rischio, con i tombini tappati, di fare i conti al primo acquazzone con gli ormai classici allagamenti. Viale Giulio Cesare, viale delle Milizie, viale Parioli, viale Europa, il lungotevere. Le squadre di Ama sono a lavoro senza sosta per spazzare dalle foglie e ripulire rapidamente dalla fastidiosa patina di escrementi animali le strade della Capitale. Quel che manca però è una programmazione precisa, e a medio-lungo termine.  

"L'azienda deve pubblicare quanto prima sul suo sito le strade che saranno interessate da interventi" tuona in commissione Ambiente la consigliera M5s Alessandra Agnello. "Ci sono strade nel municipio, il IX, dove non passano a spazzare da secoli, penso a viale della Muraglia". E poi, incalza anche il consigliere Roberto Di Palma, lo prevede lo stesso Contratto di servizio firmato dalla municipalizzata che a sua volta recepisce quanto deciso in Consiglio comunale a maggio 2018 con il voto alla delibera numero 73. "Ama deve rispettare questo obiettivo politico. Più circolano informazioni più il cittadino si sente tutelato". 

Ma questo piano programmato di interventi, esiste? "La programmazione viene inserita nel nostro sistema informatico" assicura il dottor Claudio Gaspare, rappresentante per Ama presente in commissione. "La priorità viene ovviamente data alle strade più alberate, ma la programmazione deve essere qualcosa di comunque molto flessibile, perché le condizioni delle vie possono cambiare di giorno in giorno anche a seconda del meteo". Sul sito però, a parte qualche intervento in un solo municipio, non c'è niente. 

Intanto la municipalizzata mostra quello che è stato fatto fin'ora, sia con risorse interne che con un appalto esterno ancora in corso. Sono 4mila gli interventi nei vari municipi tra il 16 e il 22 novembre. "A partire da ieri abbiamo intensificato i servizi di rimozione" spiegano ancora dall'azienda. "Nella fattispecie, siamo passati da 134 unità che lavoravano sui 15 municipi a 326 e da 34 a 82 mezzi. Purtroppo alle foglie ora si è aggiunto anche il guano, che è un problema strettamente correlato, abbiamo ricevuto molte segnalazioni dalla Polizia locale, penso al tratto di lungotevere nei pressi della Sinagoga". 

Ecco, il guano è il problema numero due sulle strade romane. Un classifico della stagione invernale. E qui Ama si appella anche a un maggior contributo del dipartimento Ambiente nell'attività di allontanamento degli storni, che normalmente avviene con i "distress call", dissuasori acustici, utilizzati insieme a speciali laser. "Quest'anno sembra quasi che il problema sia aumentato" prosegue Ama. Sul punto l'ex delegata ai rifiuti, oggi capo staff dell'assessora Katia Ziantoni, Valeria Allegro, rassicura ancora in commissione: "C'è grande collaborazione su questo". Con ogni probabilità verrà comunque aperto un tavolo di confronto permanente tra Ama, assessorato e dipartimento. 

Nel frattempo la richiesta è chiara: la partecipata pubblichi on line gli interventi che ha in programma sulle strade. Anzi, proprio su questo, precisa il presidente Daniele Diaco, "verrà convocata al più presto un'apposita commissione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade invase da foglie e guano, M5s bacchetta Ama: "Metta on line interventi programmati"

RomaToday è in caricamento