menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine d'archivio

Immagine d'archivio

Piano foglie, Ama: "1000 strade pulite in 20 giorni". Prorogato l'affidamento ai privati

L'azienda fa l'elenco degli interventi svolti dopo le piogge di inizio settimana. Prosegue poi l'affidamento a terzi di una parte del servizio

Oltre 150 strade negli ultimi due giorni, da via Tuscolana a via di Torpignattara, da via di Decima a via Oderisi da Gubbio. Ama corre ai ripari per pulire le strade della città dalle foglie che puntuali, a ogni autunno, coprono i tombini fino a otturarli, favorendo allagamenti alla prima pioggia, o rendono pericoloso il manto stradale specie per chi si muove su due ruote. 

"Sono in corso attività mirate di rimozione di foglie e aghi di pino che vengono effettuate, come da programma per il periodo stagionale, con cadenza quotidiana nei 15 municipi di Roma" spiegano dall'azienda. "Il piano di interventi, predisposto da Ama d'intesa e coordinamento con l'assessorato all'Ambiente capitolino, da inizio novembre è stato intensificato con operazioni specifiche che hanno già riguardato oltre 1.000 tratte stradali".

Gli interventi recenti

Negli ultimi due giorni gli interventi si sono concentrati su tratti alberati di altre 150 strade, tra cui via Tuscolana, via Malatesta, via Acqua Bullicante, via Cesare Baronio, via di Torpignattara, via Oderisi da Gubbio, via del Trullo, via della Magliana, via via Baldo degli Ubaldi, circonvallazione Gianicolense, via di Villa Pamphili, viale Giulio Cesare, via delle Milizie, piazzale Clodio, via Guido Reni, via della Batteria Nomentana, viale Ionio, via Tiburtina, via Macedonia, via di Val Cannuta, via di Decima, via Ascari, via Caduti della Resistenza, via Domodossola, via Dodecaneso, via della Marina. 

E ancora, fa sapere Ama, si è intensificato anche il lavoro della speciale task-force Ama in azione su via Cristoforo Colombo e sulle tratte centrali e nevralgiche dei Lungotevere (Aventino, Vallati, Farnesina, in Sassia, Mellini, dei Fiorentini, Tor di Nona, Arnaldo Da Brescia, delle Navi, della Vittoria, Michelangelo, Ripa, Anguillara, Testaccio, Flaminio, Oberdan). 

Il bando prorogato

In tutto questo però Ama non può farcela da sola. Infatti porterà avanti l'affidamento ai privati, in scadenza nel mese di novembre ma passibile di proroga da contratto, con il quale ha ceduto a terzi una parte del servizio. Un appalto da cinque milioni e mezzo a coprire mille chilometri di strade cittadine suddivise in cinque lotti. Difficile infatti per la partecipata svolgere il compito senza aiuti. Pochi i mezzi e poche le risorse. 

Quel che resta da capire è se sia stato o no strutturato un vero e proprio "piano foglie", con specifici fondi dedicati e un preciso calendario di interventi, al di là di quanto fatto dai privati. Che comunque, l'azienda sottolinea, riguarda solo una parte minoritaria del servizio. A tal proposito il Partito democratico aveva presentato un'interrogazione a fine settembre alla sindaca Virginia Raggi. Non è mai arrivata risposta. 

Ad accusare Ama di intervenire solo a seguito di ondate di maltempo, quindi senza una reale programmazione, anche Piergiorgio Benvenuti responsabile della Consulta Ambiente di Forza Italia a Roma e presidente del Movimento Ecologista Ecoitaliasolidale. "Quest'anno il piano foglie non è mai partito" commenta in una nota stampa. "I tappeti di foglie sui  marciapiedi e le strade lo dimostrano chiaramente, e rappresentano un costante pericolo per gli allagamenti non essendo disostruite neanche le caditoie. Lo abbiamo visto ieri con la pioggia, ed allo stesso tempo vi è un incremento del tasso di inquinamento nella città. Anche le foglie non raccolte assorbono il PM10, le polveri sottili che in questo modo proseguono ad essere respirate in modo diffuso dai cittadini, soprattutto dai bambini". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento