Piano di zona Colle Fiorito, l'Aula approva la decadenza della convenzione

Montuori: "Un atto determinato a tutela del pubblico interesse"

Il piano di zona Colle Fiorito

L'assemblea capitolina approvato la delibera di decadenza della convenzione stipulata nel 2009 con la società I.C.V. srl nell’ambito del piano di zona Colle Fiorito per la concessione del diritto di superficie. Con il documento il Comune provvederà alla successiva acquisizione al patrimonio capitolino delle aree precedentemente assegnate. Il provvedimento è passato con 31 voti favorevoli, zero contrari e zero astenuti.

Come raccontato da Romatoday, la vicenda riguarda uno dei quartieri di edilizia agevolata della capitale, abitazioni costruite con agevolazioni pubbliche proprio perché destinate ad essere affittate a famiglie con redditi medio bassi a prezzi inferiori rispetto a quelli del libero mercato. Nel caso di Colle Fiorito la società che ha ottenuto il diritto di superficie dal Comune ha "avuto accesso a fondi regionali che la vincolavano a una serie di obblighi tra cui quello di concedere questi immobili in affitto", ha spiegato l'assessore all'Urbanistica, Luca Montuori nel corso di una commissione capitolina convocata sul tema. "Invece ha passato questo diritto a due cooperative le quali invece di affittare hanno promesso in vendita queste case a persone che hanno sborsato somme fino a 100 mila euro a testa”. La compravendita, però, non è mai stata portata a termine, le case non sono mai state assegnate, alcune di queste sono state occupate da coloro che hanno versato i soldi e che ora sono sotto sfratto (due di loro sono già stati sfrattati).

Oggi l'assessore Montuori ha commentato così: "Un atto determinato a tutela del pubblico interesse anche attraverso la collaborazione tra istituzioni e l'importante lavoro degli uffici, della Commissione Urbanistica e dell'Assemblea capitolina". Sul tema dei piani di zona "l'amministrazione proseguirà nelle verifiche dei casi in cui è venuto meno il rispetto dei patti e degli obblighi convenzionali nei confronti della cosa pubblica".

Soddisfatti anche la presidente della Commissione Urbanistica Donatella Iorio e il consigliere capitolino Pietro Calabrese: "Oggi compiamo un importante passo in avanti per il ripristino della legalità e in difesa dei diritti dei cittadini. Con l’approvazione da parte dell’Assemblea Capitolina della Delibera di decadenza del Piano di Zona di Colle Fiorito, viene fatta rispettare ogni norma della Convenzione stipulata a suo tempo fra il Comune e l’operatore privato, per la costruzione di alloggi a vantaggio di nuclei familiari impossibilitati a sostenere acquisti a prezzi di mercato. Parliamo di famiglie con idonei requisiti per accedere all’edilizia agevolata, che avevano investito tutti i loro risparmi per acquisire appartamenti realizzati anche con finanziamenti pubblici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento