Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Neve e ghiaccio: il piano del Comune per ridurre rischi e disagi

L'ordinanza firmata dal Commissario Tronca per ridurre e mitigare gli eventuali fattori di rischio connessi al verificarsi di eventi tipici della stagione invernale

Il Colosseo sotto la neve (foto d'archivio)

Un piano per ridurre i rischi dovuti a neve, ghiaccio ed abbassamento delle temperature. E' quanto stato firmato lo scorso 23 dicembre dal Commissario Francesco Paolo Tronca. L’ordinanza sulle "Disposizioni di emergenza in caso di caduta neve, formazione di ghiaccio e ondate di grande freddo 2015 – 2016", è infatti finalizzata a ridurre e mitigare gli eventuali fattori di rischio connessi al verificarsi di eventi tipici della stagione invernale: ondate di grande freddo, formazione di ghiaccio e precipitazioni nevose. 

L'ORDINANZA - Come riporta il portale web del Comune di Roma, si ordina: "alle Strutture competenti, interne ed esterne all’Amministrazione, l’attivazione dei Piani di intervento a salvaguardia della pubblica incolumità. In particolare al verificarsi di ondate di grande freddo, Il Dipartimento Politiche Sociali, dovrà adottare interventi e iniziative atti a mitigare le difficoltà delle “fasce sociali più deboli, con particolare riguardo alle persone senza fissa dimora”. 

PIANO SPEDITIVO NEVE E GHIACCIO - In caso di precipitazioni nevose e conseguente formazione di ghiaccio, invece, tutte le Strutture, coordinate dall’Ufficio Extradipartimentale Protezione Civile di Roma Capitale e in collaborazione con i Municipi, dovranno attenersi a quanto previsto e descritto nel Piano speditivo per rischio neve e ghiaccio, parte integrante del Provvedimento.

MARCIAPIEDI PULITI - L’Ordinanza commissariale si rivolge inoltre alla cittadinanza e in particolare, tra le altre disposizioni, rammenta a tutti i proprietari e gestori di stabili l’obbligo, durante e dopo le nevicate, di tenere sgomberi dalla neve dalle ore 8.00 alle ore 20.00, i marciapiedi antistanti gli stabili stessi, per una larghezza di due metri”, così come previsto dall’art. 48/bis del vigente Regolamento di Polizia Urbana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve e ghiaccio: il piano del Comune per ridurre rischi e disagi

RomaToday è in caricamento