Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Partecipate, via libera dell'Aula al 'Piano Colomban'

Le società passeranno quindi da 31 a 11

Il 'Piano Colomban' per le partecipate capitoline ha passato l'esame dell'Aula. Ieri notte, con un prolungamento dell’orario d’Aula, l’Assemblea capitolina ha approvato la delibera con il progetto di riordino delle aziende proposto dalla Giunta Raggi. 26 i voti favorevoli, 3 i contrari. Le società del gruppo comunale passeranno quindi da 31 a 11 con risparmi stimati in 90 milioni di euro, 10 ogni anno e 80 una tantum (TUTTO IL PIANO). 

Contestualmente è stato approvato anche un ordine del giorno di Fratelli d'Italia, a prima firma del consigliere Andrea De Priamo, approvato all'unanimità che impegna la sindaca Virginia Raggi e la Giunta a 'vigilare affinchè le società partecipate e controllate dell'amministrazione capitolina si dotino di un proprio piano anticorruzione'.

Voto favorevole anche per un ordine del giorno a firma di Stefano Fassina, capogruppo di Sinistra X Roma, che impegna la sindaca Virginia Raggi e la sua Giunta 'a garantire la necessaria partecipazione dei lavoratori interessati e delle loro rappresentanze al fine di dare trasparenza e piena conoscibilità ai diversi passaggi attuativi e consentire gli opportuni confronti e negoziazioni sulle misure che avranno riflesso sui rapporti di lavoro'. Con l'odg si chiede anche 'di istituire un tavolo di confronto e monitoraggio tra Roma Capitale e le organizzazioni sindacali con compiti di coordinamento delle fasi applicative del processo di riordino delle società in house, delle loro riarticolazioni e di ogni altra società interessata dal percorso di revisione direttamente ed indirettamente'. 

Presto dovrebbero quindi essere ufficializzate le dimissioni dell'assessore alla Partecipate, Massimo Colomban. Come annunciato dalla sindaca nel giorno di presentazione del piano, il suo posto verrà preso da Alessandro Gennaro. A ringraziare l'imprenditore trevigiano è stato il presidente della commissione Bilancio, Marco Terranova che ha affermato: "Da questo risultato si parte per risolvere tutti i problemi che alcune delle partecipate di Roma hanno". 

Oggi sarà la volta della discussione del Bilancio consolidato di Roma Capitale. Si è ancora in attesa del parere dell’Oref ma la maggioranza si è posta l’obiettivo di approvare la delibera entro i termini di legge, che scadono il 30 settembre. Per questo l’Aula è convocata a partire dalle ore 13 fino alle 22.00 ma la convocazione è stata allargata anche alla giornata di sabato 30 settembre dalle 10 alla mattina, e procederà a oltranza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partecipate, via libera dell'Aula al 'Piano Colomban'

RomaToday è in caricamento