rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Roma Capitale

Il Comune di Roma vuole più dipendenti, 1500 assunzioni nel 2023. In arrivo il concorso per i vigili

In approvazione il nuovo piano assunzioni. L'assessore Catarci: “Prosegue rafforzamento personale Capitolino iniziato nel 2022”

Circa 1500 nuovi assunti entro l’anno e il bando di concorso per 800 vigili per rafforzare il contingente già da gennaio 2024, in tempi utili per il Giubileo. Il Campidoglio lavora sul fronte del personale capitolino, per dare manforte ad uffici e servizi in cronica sofferenza. 

La firma dei nuovi assunti di Roma Capitale

“In tutto nel 2023 prevediamo un numero consistente di assunzioni, maggiore di quello del 2022 che già lo scorso anno ha consentito di invertire la tendenza con 1200 assunzioni a fronte di 800/900 uscite. Un lavoro di riorganizzazione complessiva della macchina amministrativa” - ha detto l’assessore al Personale di Roma Capitale, Andrea Catarci, in occasione della firma dei nuovi dipendenti comunali assunti a tempo indeterminato. In particolare 33 istruttori amministrativi, 17 educatrici di nido e i 16 insegnanti di scuola dell’infanzia che vengono stabilizzati dopo anni di precariato.

Il piano assunzioni del Comune di Roma

Nei prossimi giorni arriverà inoltre all’approvazione della Giunta la delibera con la pianificazione assunzionale per l'anno 2023. Grazie alle disponibilità di Bilancio e al ricorso a finanziamenti legati ai progetti del Pnrr e del contrasto alla povertà, Roma Capitale ha previsto per l'anno in corso l'assunzione di 1500 nuovi dipendenti. Previsto entro poche settimane anche l'avvio di due nuovi bandi concorsuali: uno per 800 posti di agente di Polizia Locale, “per cui è prevista la conclusione delle prove entro dicembre e l’entrata in servizio sul territorio nei primi mesi del 2024” - fa sapere il Campidoglio, e un altro per 60 posti da funzionario addetto agli aspetti economici e di ragioneria.

Il piano assunzioni del 2023 del Comune di Roma nel dettaglio prevede, al netto di quelle legate ai concorsi: 60 Funzionari Economici; 400 tra insegnanti scuola dell’infanzia e educatore asilo nido; 150 Funzionari Amministrativi; 349 Istruttori Amministrativi;  214 Assistenti Sociali; 30 Psicologi; 30 Funzionari Servizi Educativi; 20 Operatori Servizi Ambientali; 10 Funzionari Archivio Storico; 5 autisti che arriveranno dallo scorrimento della graduatoria del Centro per l'Impiego; 115 Funzionari Tecnici a tempo determinato per le attività legate al PNRR; 1 Istruttore Servizi Informatici e Telematici insieme ad altre figure professionali. Accanto all’assunzione del personale non dirigente è inoltre previsto il reclutamento di 26 nuovi dirigenti.
 
“Siamo molto contenti di iniziare quest’anno con un piano assunzionale - in corso di approvazione - ambizioso, necessario e atteso da tempo e sono lieto di essere qui con chi oggi ha firmato per iniziare un percorso stabile dentro l’Amministrazione. Noi abbiamo scelto con convinzione di agire per nuove assunzioni e stabilizzazioni, a partire da chi per troppo tempo ha lavorato in condizioni di precarietà.  Un particolare benvenuto va alle educatrici e agli educatori e a tutte e tutti gli insegnanti: siete il centro della grande comunità educante che Roma sta diventando e sulla quale stiamo investendo molto. Grazie anche a tutte le altre figure, che sono fondamentali per rafforzare un’Amministrazione che per troppo tempo era stata impoverita. Noi stiamo portando avanti un grande piano per il rilancio di Roma nel segno degli investimenti e dell’innovazione; un piano che si realizza con le persone, che sono il grande motore di questo cambiamento, puntando sul reclutamento, sulla dignità del lavoro, sulla crescita e sulla formazione” - ha dichiarato il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri.

Le progressioni verticali

Nello stesso piano assunzionale si introducono anche azioni di valorizzazione del personale, da concordare con le organizzazioni sindacali già convocate per domani, per l'avanzamento di carriera che riguarderanno circa 2000 dipendenti interni all'ente.

“Abbiamo un problema di quantità all'interno di Roma Capitale. In 12 anni siamo passati da 28mila dipendenti ai 22mila attuali. Ma anche uno di qualità: purtroppo le condizioni che ci sono in altre amministrazioni sono sensibilmente migliori e la gente - ha sottolineato Catarci - sceglie di andare altrove. Sono tredici anni che non si fanno progressioni verticali e noi prevediamo, dentro la trattativa con i sindacati, oltre 2000 progressioni dando anche il messaggio che non c'è bisogno di andarsene". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Roma vuole più dipendenti, 1500 assunzioni nel 2023. In arrivo il concorso per i vigili

RomaToday è in caricamento