rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Caos piani di zona, tra annunci e incertezze domani attesi altri 8 sfratti

Il 21 ottobre scorso l'assessore Berdini ha annunciato su Facebook la revoca delle concessioni dei piani di zona di Castelverde e Tor Vergata. In quest'ultimo domani sono attesi otto sfratti. Asia Usb: "Non ci risultano atti ufficiali per la sospensione"

Una serie di interrogativi senza risposta accompagna otto famiglie del piano di zona di Tor Vergata a meno di 24 ore dall'ennesimo tentativo di sfratto. Lo denuncia il sindacato Asia Usb che si chiede: "L'Avvocatura di Roma Capitale ha scritto al Tribunale delle esecuzioni per chiederne la sospensione?". Poi spiega: "Non ci risulta alcun atto ufficiale da parte dell'amministrazione capitolina, nonostante l'annuncio di revoca delle concessioni" spiega Angelo Fascetti. E infatti domani gli "inquilini resistenti" si mobiliteranno. "Dalle ore 8.00 saranno di nuovo in presidio per fermare l'esecuzione di 8 sfratti in via Marcello Gallian 20, nel Piano di Zona Tor Vergata".

Lo scorso 21 ottobre, a pochi giorni di distanza dallo sfratto di una coppia di anziani, l'assessore all'Urbanistica Paolo Berdini aveva annunciato via Facebook: "Oggi inizia il processo di revoca delle concessioni dei due piani di zona più caldi di Roma: Castelverde e Tor Vergata, dove famiglie oneste che hanno pagato centinaia di migliaia di euro ciascuna per comprare la casa dei propri sogni, stanno rischiando di essere sfrattate. Lunedì mattina, il 24 ottobre, ci saranno e li fermeremo, 23 sfratti a Castelverde". E se per quest'ultimo lo sgombero è stato temporaneamente scongiurato, mentre è proseguita la vendita all'asta degli appartamenti, per quanto riguarda Tor Vergata la vigilia dello sfratti continua ad agitare gli inquilini. 

"L'Assessore Berdini ha realizzato quello che ha promesso sui Piani di Zona? Ha revocato la concessione?" continua il sindacato nella nota. "L'Asia/Usb e gli inquilini resistenti non hanno ricevuto risposte a queste domande. L’unica certezza è che gli abitanti dei Piani di Zona continuano a ricevere sfratti dopo aver pagato per anni dei canoni di locazione o prezzi di vendita molto più alti di quelli che la normativa avrebbe previsto, per alloggi talvolta senza abitabilità, senza servizi e senza allaccio in fogna".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos piani di zona, tra annunci e incertezze domani attesi altri 8 sfratti

RomaToday è in caricamento