menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

IL RETROSCENA - Nervi tesi tra Caudo e i costruttori sui piani di zona

Il 27 marzo, in assenza dell'assessore a un incontro tecnico sui Piani di zona, i rappresentanti delle organizzazioni del settore hanno lasciato il tavolo. Un confronto tra le parti, questa mattina in commissione Urbanistica

Si è scaldato il clima tra l'amministrazione capitolina e i rappresentati delle organizzazioni del settore edile. A far scattare la scintilla, le convenzioni per l'avvio dei rimanenti Piani di zona, i quartieri destinati all'edilizia convenzionata destinatarie di agevolazioni regionali e comunali. Un provvedimento non indifferente in un momento di grave crisi del settore e di calo di attività del mercato immobiliare.

Il botta e risposta tra l'assessore all'Urbanistica Giovanni Caudo e le 'parti sociali' è scattato lo scorso 27 marzo. Quel giorno infatti era in programma un tavolo tecnico con al centro le osservazioni alla proposta di convenzione per la concessione delle aree nei Piani di zona e la realizzazione delle opere di urbanizzazione. L'assenza dell'assessore Caudo non è piaciuta. “Le scriventi organizzazioni, loro malgrado e sorprese della sua assenza, hanno dovuto abbandonare il tavolo di confronto tra Lei convocato” scrivono in una lettera datata 27 marzo l'Acer, Confcoperative Lazio, Lega delle Cooperative Lazio e Federlazio.

Ai costruttori' è sembrata “una precisa volontà di non consentire di fatto l'avvio degli interventi” si legge nel documento indirizzato all'assessore Giovanni Caudo, al sindaco Ignazio Marino e al presidente della commissione all'Urbanistica Antonio Stampete. In una successiva lettera, l'assessore ha avuto modo di spiegare: “La mia assenza era dettata dalla convocazione nella stessa mattina di una riunione in Campidoglio e avevo preavvertito l'ufficio che non ero sicuro di riuscire a partecipare. Ma la mia disponibilità, come sanno le scriventi associazioni, non è mai venuta meno”.

Intanto l'allarme del settore è stato raccolto da più parti dentro al Consiglio Comunale. Primo passo la convocazione di una commissione Urbanistica sul tema che si è tenuta questa mattina. All'incontro erano presenti sia l'assessore Caudo sia i rappresentati di Acer, Confcoperative e Legacoop. Un occasione per la riapertura del dialogo, quasi una tregua armata tra le parti. Il confronto sul tema, “avviato il 13 novembre scorso”, sembra essere ripartito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento