Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Piani di zona, l'appello al Governo non piace ad Asia Usb: "Applichino la legge al posto di cambiarla"

La replica del sindacato alle parole dell'assessore all'Urbanistica

Un momento di protesta degli inquilini dei piani di zona in Campidoglio (Immagine di repertorio)

"Il Comune non applica la legge perché la vuole far cambiare". Hanno suscitato la reazione del sindacato Asia Usb, che da anni avanza denunce in merito ai cosiddetti 'affitti gonfiati', le parole pronunciate dall'assessore all'Urbanistica, Luca Montuori, nel corso di un incontro organizzato presso il palazzo di Giustizia sugli effetti della sentenza di Cassazione numero 18135 del 2015 che ha stabilito che loro valore degli immobili realizzati in regime di edilizia agevolata deve restare calmierato in ogni compravendita. Montuori, che nel corso del convegno ha illustrato una serie di casi problematici, si è appellato al Governo: "Faccia chiarezza". 

"L’assessore dice che le responsabilità di quello che sta succedendo nei piani di zona, dove sta indagando la magistratura romana, non è di chi ha ignorato la legge, truffando lo stato e decine di migliaia di cittadini, ma della legge stessa che sarebbe – sempre secondo l’assessore – contraddittoria" scrive in una nota Asia Usb. "E’ chiaro il tentativo di auto assolvere l’Amministrazione capitolina e la sua stessa avvocatura dalla mancata applicazione della legge: non è stato proprio il Comune di Roma ad autorizzare la vendita ai prezzi di mercato agli inquilini che avevano acquistato la casa di edilizia agevolata al prezzo massimo di cessione?". Conclude il sindacato: "Ora con queste dichiarazioni si vuole spingere il parlamento a cambiare la legge invece di assumersi le responsabilità di non averla applicata". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piani di zona, l'appello al Governo non piace ad Asia Usb: "Applichino la legge al posto di cambiarla"

RomaToday è in caricamento