Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Pedica: "Rimborsi d'oro con società dubbie"

“Rivedere il sistema dei rimborsi ai consiglieri comunali, municipali e provinciali e denunciare tutte le società di copertura"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

 “Rivedere il sistema dei rimborsi ai consiglieri comunali, municipali e provinciali e denunciare tutte le società di copertura che permettono di ottenere lauti guadagni ai danni dello Stato”.

E’ quanto chiede il senatore dell’Idv Stefano Pedica.

” E’ paradossale - osserva - che mentre da una parte il Comune di Roma fermi i cantieri per mancanza di fondi, dall'altra 'regali' stipendi d'oro ai consiglieri. Il Campidoglio non può dare 10 mila euro ad una società della famiglia Piccolo solo perché un suo dipendente, in questo caso Giorgio Ciardi, svolge l'attività di consigliere. Nel momento in cui si parla di spending review e di tagli, questi sprechi vanno denunciati e contrastati. I fondi del Comune vanno utilizzati per i cittadini e non per chi vive la politica come un privilegio e un'occasione di lucro. Ecco perché bisogna controllare tutte le società di copertura che permettono ai consiglieri di arrotondare illegalmente lo stipendio. In passato ho denunciato i casi di alcuni consiglieri municipali e provinciali che attraverso incarichi fittizi riuscivano ad intascare fino a 9 mila euro al mese e proprio per questo alla Provincia è stata aperta un’indagine per vicende analoghe, ma ad oggi sulle persone coinvolte c'e' troppo silenzio. Ora è arrivato il momento di rivedere un sistema che negli anni ha generato diversi imbrogli. Ci sono consiglieri, ad esempio, che chiedono anche il rimborso per la  benzina solo perché risultano residenti in un’altra regione ma di fatto dormono a Roma. Solleciterò la magistratura, come già ho fatto, affinché vada avanti su questo filone di indagini perché - conclude Pedica - è arrivato il momento di mettere fine ad una vera e propria truffa legalizzata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedica: "Rimborsi d'oro con società dubbie"

RomaToday è in caricamento