Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Olimpiadi 2020, Pedica (Idv): "Continuo a sostenere la mia perplessità"

Il senatore Idv, Stefano Pedica, esprime perlpessità sulla candidatura di Roma alle Olimpiadi 2020

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

"Continuerò a sostenere le mie perplessità sulla candidatura di Roma alle Olimpiadi 2020, le mie valutazioni  sono sia di natura economica in termini di opportunità,  considerata la crisi che il nostro paese sta vivendo, ma scaturiscono anche da forti riserve nei riguardi di personaggi che oggi si trovano a gestire questa operazione". E' quanto afferma in una nota il senatore dell'Italia dei Valori Stefano Pedica.

"Alemanno che ha portato a Roma il fenomeno della parentopoli: una sciagura che ha visto la magistratura a lavoro per mesi e mesi senza riuscire ancora oggi a mettere la parola fine atutta la vicenda, non è il sindaco più adatto per gestire capitali. Anche sul fronte della Regione Lazio non vi è nulla di rassicurante, un personaggio del calibro di De Balzo, conosciuto più per le sue beghe legali, che per il suo agire politico, è stato nominato presidente della Commissione Giochi olimpici 2020 e grandi eventi alla Pisana ho già scritto al CIO segnalando l'inopportunità di questa nomina, continuerò con le mie segnalazioni".

"Sono presupposti - prosegue Pedica - che non possono passare inosservati. Inoltre a tutti coloro che parlano di volano economico e grande chance di crescita, chiedo se hanno valutato che da questa grande festa saranno escluse proprio le fasce sociali più deboli: un pensionato che prende in media lo scandalo di 500 euro mensili, questa è la minima, che tornaconto avrà dalle olimpiadi, così come una madre che mette al mondo dei figli senza un minimo di welfare sociale a livello di incentivi economici e posti in asili nido, un insegnante che non riesce ad entrare in graduatoria e non lavora. Se ci sono solo pochi euro in più vanno destinati a chi non arriva,  adesso,  a fine mese. L'Italia nell'imminente non si può permettere di investire fondi, inoltre qualora le Olimpiadi non dovessero portare i risultati economici attesi il debito diventerebbe ancora più gravoso", conclude Pedica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi 2020, Pedica (Idv): "Continuo a sostenere la mia perplessità"

RomaToday è in caricamento