Politica

Rifiuti, Pecoraro: “In sei mesi solo ostacoli. Ogni sito ha problematiche”

Pecoraro lancia accuse sulla gestione dell'emergenza rifiuti: "Invece di uscire dall' emergenza c'è chi pensa solo a consolidare il proprio potere, in sei mesi nessuna proposta alternativa"

Intorno ai rifiuti della capitale non tira un'aria buona: l'emergenza ancora è presente, la soluzione alternativa a Malagrotta sembra ancora più lontana, continuano le proteste dei cittadini interessati più da vicino del problema e dalle amministrazioni locali continuano ad arrivare scambi di dichiarazioni al vetriolo.
In questo quadro, ben poco idilliaco, arrivano le dichiarazioni del prefetto Pecoraro, l'uomo chiamato a risolvere l'emergenza e nominato commissario che dichiara: “In sei mesi nessuna proposta alternativa, solo ostacoli e veti. Invece di uscire dall' emergenza c'è chi pensa solo a consolidare il proprio potere. La mia impressione, però, oggi come oggi, è che invece di uscire dall'emergenza, si voglia fare in modo che si vada in emergenza".

L'accusa non è leggera, soprattutto perché lanciata dal commissario straordinario per l'emergenza che, dalle pagine di Paese sera, continua: “Ogni sito ha le sue problematiche, quello di Fiumicino, ad esempio è vicino all'ospedale del Bambin Gesù. Dei siti visionati nessuno è perfetto, ciascuno presenta delle criticità. Altrimenti già in passato sarebbe stata effettuata la scelta da parte della politica.  Se è stato nominato il commissario è perché su Roma non esistono siti perfetti, ma siti che presentano problematicità superabili con delle deroghe, di cui solamente un commissario straordinario dispone. Noi abbiamo scelto questi due siti, che hanno delle problematicità: uno non è lontano da un centro abitato, ed è Riano, l'altro, Corcolle, invece, è a oltre due chilometri da Villa Adriana, attraversato anche da un'autostrada. Fra l'altro li ci sono già due cave e questo lo sottolineo. Quell'area nel 2010 è stato definita zona archeologicamente sterile. Ognuno deve fare un passo indietro, non pensando all'interesse di bottega, ma all'interesse generale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Pecoraro: “In sei mesi solo ostacoli. Ogni sito ha problematiche”

RomaToday è in caricamento