Parentopoli Atac, verso il licenziamento i 33 assunti illecitamente ancora in organico

L'azienda: "Da un primo esame delle motivazioni emerge la sostanziale validità di sole tre assunzioni su un totale di 41 posizioni prese in esame dal Tribunale"

Assunzioni di dirigenti, quadri e impiegati non solo illegittime, ma anche illecite. A distanza di alcuni mesi dalla sentenza che ha portato alla condanna di quattro dirigenti aziendali, arrivano le motivazioni che aprono un nuovo capitolo: quello dei licenziamenti di chi è stato illecitamente assunto "per mere logiche clientelari e in violazione di legge". Secondo quanto si apprende sono ancora una quarantina e lavorano ancora in azienda. Nella stessa sentenza i giudici invitano al ripristino della legalità. 

Ecco perché, nel pomeriggio, Atac e l'amministrazione comunale si sono affrettate a parlare di licenziamenti. In una nota l'azienda di via Prenestina spiega che "da un primo esame delle motivazioni emerge la sostanziale validità di sole tre assunzioni su un totale di 41 posizioni prese in esame dal Tribunale. L'azienda sta effettuando i doverosi approfondimenti tecnico-giuridici sulle 33 posizioni lavorative ancora presenti in azienda fra quelle dichiarate dal Tribunale "non solo illegittime ma anche illecite" al fine di pervenire all'attivazione delle procedure di licenziamento, considerato che, secondo quanto scritto nelle motivazioni, "diventa doveroso da parte dei soggetti competenti provvedere al ripristino della legalità".

E a stretto giro l'assessora alal Città in Movimento Linda Meleo sbandiera la parola legalità: "Stiamo ripristinando legalità e trasparenza ovunque. Abbiamo preso atto delle motivazioni della sentenza di condanna in capo a due ex amministratori delegati e due ex direttori del personale di Atac coinvolti in Parentopoli. Adesso l’azienda avvierà tutte le azioni dovute, nessuna esclusa, che potranno derivare dall’eventuale coinvolgimento dei dipendenti nei fatti: chi è stato assunto illegittimamente in Atac, senza rispettare nessun criterio di merito, sarà licenziato".

“Le assunzioni di Parentopoli sono avvenute esclusivamente per logiche clientelari, in modo illegittimo e illecito.  Quest’amministrazione e l’attuale governance di Atac ha voltato completamente pagina dai tempi di Parentopoli. E non sono disponibili ad accettare il mantenimento di situazioni che si fondano sull’irregolarità”, conclude Meleo. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

Torna su
RomaToday è in caricamento