Politica

Parentopoli Ama, De Luca: "Il sindaco intervenga"

“Il piano elettorale di Alemanno è scattato su AMA e sta dando i suoi frutti"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Tutti incominciano a capire le ragioni della inaspettata richiesta di dimissioni del dott. Cappello, per avallare le quali, il Sindaco di Roma ha dichiarato anche cose non vere, cioè, di non essere a
conoscenza del contratto decennale con Cerroni, di cui aveva avuto notizia con lettera ufficiale il 26 luglio”.

E’ quanto dichiara il Vicepresidente della Commissione Ambiente Athos De Luca.

“Il piano elettorale di Alemanno – continua De Luca – è scattato su AMA e sta dando i suoi frutti. L’assunzione di 1500 part-time, con un costo di 25 milioni, in violazione del Decreto Monti e del Patto di stabilità, che avrebbe certamente trovato difficoltà ad essere approvato dall’ex AD Cappello, è passato in AMA con il nuovo Direttore Generale la d.ssa Anelli, fedelissima del dott. Panzironi, cui sono state affidate, in violazione dello Statuto di AMA, tutte le deleghe dell’ex amministratore”.

“Il pretesto – prosegue il rappresentante del PD – è la raccolta differenziata. Anche le precedenti assunzioni di 800 persone in AMA, a chiamata diretta, oggetto dell’inchiesta della magistratura, erano per la raccolta differenziata, che è stata in quattro anni e mezzo, un fallimento”.

De Luca, chiede in una interrogazione urgente, se il Sindaco e l’Assessore Lamanda, che aveva richiamato le aziende, compresa AMA, a rispettare il Patto di Stabilità ed il decreto Monti, fossero a
conoscenza di queste nuove assunzioni e se non ritengano necessario, intervenire per sospendere il provvedimento di assunzione, visto che l’azienda ha già un enorme debito con le banche di 800 milioni e si appresta a vendere tutto il suo patrimonio alle stesse, per sopravvivere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parentopoli Ama, De Luca: "Il sindaco intervenga"

RomaToday è in caricamento