menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal parco dell'Appia Antica fino ai Castelli, alla Pisana via libera al 'corridoio verde' di Roma Sud

Si tratta di un ordine del giorno collegato alla legge di Stabilità, firmato da Marco Cacciatore (Europa Verde) e Marta Bonafoni (Lista civica Zingaretti)

Una graduale riunificazione del Parco dell'Appia Antica e di quello dei Castelli Romani. Ha l'obiettivo di creare un grande corridoio verde che dal cuore di Roma sale sui Castelli, l'ordine del giorno collegato alla legge di Stabilità regionale 2021 approvato ieri dal Consiglio regionale del Lazio. Il documento porta la firma del consigliere regionale di Europa Verde, ex M5S, Marco Cacciatore, e della capogruppo della Lista Civica Zingaretti, Marta Bonafoni. 

L'ordine del giorno impegna il presidente Nicola Zingaretti e gli assessorati competenti a "portare avanti i progetti di unificazione dei due parchi, proposti dal Comune di Marino in collaborazione con l'Università Sapienza di Roma". Nel frattempo, di "individuare e istituire la protezione su passaggi di collegamento più ristretti, così da procedere gradualmente nel senso della congiunzione dei due Parchi". 

Cacciatore ha espresso la sua soddisfazione con una nota: "Si tratta di un risultato importante che segue di poche settimane la sentenza con cui lo scorso 22 dicembre la Corte Costituzionale aveva legittimato l'ampliamento del Parco Appia Antica, area di inestimabile valore archeologico e paesaggistico tra le più importanti d'Europa, promosso dalla legge regionale del 2018 per cui mi sono battuto insieme alla collega Marta Bonafoni", ha scritto. "Con l'approvazione di questo odg si comincia a concretizzare l'obiettivo ambizioso e assieme realistico un grande corridoio verde nel quadrante sud della Città Metropolitana".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento