Politica Borgo

Domenica delle Palme, il Papa ai giovani: "Vogliono farvi tacere, fate rumore, gridate"

Il messaggio nella giornata dedicata alla Gioventù

"Se questi taceranno, grideranno le pietre". Papa Francesco, nella Domenica delle Palme, ha celebrato la Giornata Mondiale della Gioventù. Nell'omelia della messa, ha infatti ripreso un passaggio chiave presente nei Vangeli, ed in particolare in quello di Luca.

Sbagliato silenziare i giovani

"Far tacere i giovani e' una tentazione che è sempre esistita - ha ricordato il Pontefice -  Gli stessi farisei se la prendono con Gesù e gli chiedono di calmarli e farli stare zitti. Ci sono molti modi per rendere i giovani silenziosi e invisibili. Molti modi di anestetizzarli e addormentarli perchè non facciano 'rumore', perchè non si facciano domande e non si mettano in discussione. 'State zitti voi!'. Ci sono molti modi di farli stare tranquilli perche' non si coinvolgano e i loro sogni perdano quota e diventino fantasticherie rasoterra, meschine, tristi" ha fatto notare il pontefice.

Se i giovani taceranno grideranno le pietre

"Silenziare" i giovani, è quindi un tentativo che viene messo in atto da millenni. un comportamento che tuttavia viene stigmatizzato già  nel Nuovo Testamento. "In questa Domenica delle Palme, celebrando la Giornata Mondiale della Gioventù  - ha aggiunto il Papa - ci fa bene ascoltare la risposta di Gesù' ai farisei di ieri e di tutti i tempi, anche quelli di oggi: 'Se questi taceranno, grideranno le pietre'. Cari giovani, sta a voi la decisione di gridare, sta a voi decidervi per l'Osanna della domenica cosi' da non cadere nel 'crocifiggilo!' del venerdi'... E sta a voi non restare zitti. Se gli altri tacciono, se noi anziani e responsabili  tante volte corrotti stiamo zitti, se il mondo tace e perde la gioia, vi domando: voi griderete? Per favore – ha aggiunto Papa Francesco – decidetevi prima che gridino le pietre".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica delle Palme, il Papa ai giovani: "Vogliono farvi tacere, fate rumore, gridate"

RomaToday è in caricamento