rotate-mobile
Politica Esquilino / Via delle Terme di Diocleziano

Un concorso internazionale per trasformare palazzo Clementino in un hub dell'innovazione

E' stato lanciato dal vicepresidente della Regione Leodori durante un incontro con l'ordine degli architetti romani

Palazzo Clementino verrà ristrutturato e trasformato in un hub dell'innovazione dedicato alle start-up. A realizzare il progetto saranno giovani architetti chiamati a partecipare ad un concorso, lanciato giovedì 10 marzo dal vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori durante un incontro alla Casa dell'Architettura. 

Il tema protagonista dell'iniziativa organizzata dall'ordine degli architetti di Roma e provincia era il Pnrr, piano nazionale di ripresa e resilienza, con tutti gli interventi previsti sul territorio regionale. Interventi che dovrebbero cambiare anche il volto della Capitale, ed è per questo che la Pisana ha deciso di dare una svolta all'iter per il recupero dell'edificio di proprietà dell'azienda pubblica di servizi alla persona Istituto San Michele, che si trova all'incrocio tra via del Viminale e via delle Terme di Diocleziano, non distante dalla stazione Termini. 

palazzo clementino collocazione-2

“Il concorso rappresenta uno straordinario valore aggiunto per la rigenerazione e la riqualificazione dei luoghi e degli spazi pubblici - le parole di Leodori -, ed è la dimostrazione di come un progetto di architettura possa essere la soluzione ad un’esigenza della pubblica amministrazione. Un avviso internazionale per favorire la partecipazione di giovani architetti, capaci di portare idee e soluzioni innovative”.

“In un momento in cui stanno giungendo cospicui finanziamenti - afferma Alessandro Panci, presidente dell’ordine degli architetti di Roma e provincia - bisogna aver chiara la strategia di trasformazione: non basta ‘spendere’ i finanziamenti ricevuti, è necessario definire le strategie dello sviluppo dei nostri territori, con obiettivi chiari e legati tra loro, per esser da volano per gli investimenti che dovranno attivare il motore della nostra macchina produttiva. Bisogna concentrare gli sforzi sulla progettualità degli interventi previsti e sui benefici che si genereranno in futuro grazie a una programmazione coordinata”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un concorso internazionale per trasformare palazzo Clementino in un hub dell'innovazione

RomaToday è in caricamento