Politica

Nidi, chiesto il pagamento della retta anche durante la zona rossa: "Dalla Sindaca altra promessa non mantenuta"

Mense e le rette scolastiche richieste anche nei periodi di chiusura per Covid

Rette dei nidi e mense scolastiche vanno pagati anche se non si è beneficiato del servizio. Roma Capitale, contrariamente a quanto era stato annunciato, sta chiedendo alle famiglie di procedere al saldo.

La promessa non mantenuta

“Da metà marzo, in piena pandemia Covid, il Comune di Roma aveva promesso alle famiglie romane, costrette a restare a casa con i figli, l'esenzione dal pagamento delle tasse di asili nido, mense scolastiche e trasporto per alunni - ha ricordato il responsabile romano di Azione e consigliere del Municipio VI Dario Nanni -  Ma ancora una volta la promessa non è stata mantenuta e le famiglie si ritrovano a dover pagare la retta di marzo pur non avendo usufruito del servizio”.

Le intenzioni del Campidoglio

A metà marzo il Campidoglio, attraverso una nota ancora reperibile sul sito di Roma Capitale, aveva annunciato l’intenzione di sospendere i pagamenti delle rette e delle mense. La decisione, presa nel rispetto delle misure governative che avevano disposto l’inserimento del Lazio nella zona Rossa, non ha avuto un riscontro reale.

La comunicazione ufficiale

“La sindaca di Roma Virginia Raggi ha dato mandato agli assessori e ai dipartimenti competenti di provvedere alla sospensione del pagamento delle rette per gli asili nido, per le mense scolastiche gestite da Roma Capitale e per il servizio di trasporto degli alunni” si legge ancora oggi nella nota pubblicata sul sito di Roma Capitale. Dai territori arrivano però altre informazioni.

Le giuste proteste dei genitori

“Abbiamo ricevuto molte segnalazioni da parte dei genitori che giustamente protestano perchè gli viene chiesto di pagare un servizio di cui non hanno fruito - ha spiegato Samuele Marcucci, presidente della commissione Scuola nel Municipio VIII - è un problema che riguarda tanto i nidi quanto, relativamente alle mense, le scuole dell’infanzia e le primarie. Come Municipio abbiamo anche scritto al Campidoglio, ma non abbiamo ricevuto riscontri e, quindi, i genitori fanno bene a protestare” ha concluso Marcucci. Il corto circuito è quindi evidente.A farne le spese, però, saranno le famiglie costrette a pagare per un servizio mai ricevuto.

Pagamento nidi mense-2


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nidi, chiesto il pagamento della retta anche durante la zona rossa: "Dalla Sindaca altra promessa non mantenuta"

RomaToday è in caricamento