menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per Giuliano Pacetti incarico in Regione: il fedelissimo di Raggi nello staff dell’asssessora Corrado

Il capogruppo del M5s in Campidoglio affiancherà l'assessora della Giunta giallorossa nella delega agli Enti Locali. Tuona la Lega: "Da uno vale uno a un incarico non si nega a nessuno". Replica il consigliere grillino: "Ho titoli e competenze, polemica sterile"

Da una parte l’impegno in Campidoglio tra i fedelissimi della sindaca Raggi al governo della città, dall’altra il nuovo incarico in Regione Lazio. Il capogruppo del M5s, Giuliano Pacetti, è stato assunto nella segreteria della neo assessora regionale Valentina Corrado che, insieme a Roberta Lombardi, rappresenta la quota grillina nella sperimentale giunta ‘giallorossa’ (Pd-M5s), della Pisana.

Dal Comune alla Regione, Pacetti nello staff dell'assessora Corrado

Pacetti affiancherà Corrado in particolare sugli Enti Locali, essendo già delegato a tale tema in Città Metropolitana. Contratto a tempo determinato, sino a fine legislatura, part time: un incarico fiduciario di collaboratore da 18 ore settimanali che ha innescato la polemica. 

Lega polemica contro Pacetti: "Un incarico non si nega a nessuno"

Ad attaccare il consigliere comunale del M5s la Lega. "In poco tempo, i 5 Stelle sono passati dallo slogan 'uno vale uno al ben più pratico 'un incarico non si nega a nessuno'. L'ultimo esempio è l'incredibile storia del posto ottenuto dal capogruppo 5 Stelle in Campidoglio, nonché consigliere metropolitano, che ha pensato bene di farsi assumere in Regione Lazio, all'Assessorato al Turismo. Questo la dice lunga sul reale impegno dei 5 Stelle nel consiglio comunale di Roma. Ci sarebbe da ridere rispetto a un simile scivolone se invece non fossimo di fronte a una plateale offesa ai cittadini di Roma, in particolare agli elettori dei 5 Stelle che in buona fede pensavano di aver favorito un rinnovamento politico e invece hanno involontariamente portato nelle istituzione degli sprovveduti affamati di incarichi" - ha scritto in una nota la consigliera regionale Laura Cartaginese. 

La replica di Pacetti: "Polemica sterile, ho i titoli e collaborerò"

Netta e repentina la replica di Pacetti. “Mi sembra una polemica strumentale e sterile” - dice raggiunto telefonicamente. “Affiancherò l’assessora Corrado nella delega agli Enti Locali, che già ricopro in Città Metropolitana. D’altronde in un’ottica di buona amministrazione è una tematica, non l’unica, sulla quale abbiamo sempre collaborato, a prescindere dal contratto. Stiamo parlando - sottolinea Pacetti - di un incarico fiduciario part time, da 18 ore settimanali. Sono laureato, ho anche un master. Insomma i titoli ci sono, non so perchè avrei dovuto dire di no. Non ci vedo nulla di male, nulla di strano: non capisco quale sia il problema”.

Una somma di incarichi che potrebbe sottrarre tempo ai lavori in Campidoglio? “Assolutamente no” - replica Pacetti. “I consiglieri comunali percepiscono dei gettoni di presenza. Tutti hanno un lavoro, lavorano altrove: io lo farò nell’assessorato regionale occupandomi di Enti Locali. Sarò li sei ore al giorno il lunedì, mercoledì e venerdì. Non c’è alcun conflitto, nè rischio di venire meno agli impegni che ho preso”.

E dal punto di vista politico cosa come vivrà questo ingresso nel ‘laboratorio’ giallorosso messo in piedi in Regione Lazio? “Sarò un semplice collaboratore dell’assessore, un incarico per il quale assicuro il massimo impegno” - glissa Pacetti. “Su questa cosa è nata una polemica inutile, oltre che sterile. Sinceramente quello che mi direi è solo ‘buon lavoro’.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento