Politica

Un ostello della gioventù nel Castello di Santa Severa: "Sarà il più bello d'Europa"

L'annuncio del presidente Zingaretti: "Sarà anche una vetrina per l’enogastronomia e i prodotti del nostro Lazio"

Il Castello di Santa Severa ospiterà un ostello della gioventù al suo interno. L'annuncio è del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti La struttura sarà ospitata nella Sala Legnaia al pianoterra e in tutto il primo piano. Quaranta i clienti che saranno ospitati, tutti a prezzi contenuti, in stile ostello appunto. 

"Stiamo parlando di quello che sarà il più bell'ostello della gioventù di tutta Europa - ha commentato Zingaretti - Potevamo consegnarlo all'extralusso, invece abbiamo puntato alla fascia generazionale del futuro". 

Nel giugno 2018 saranno inoltre realizzate aree di ristorazione, bar, caffetteria ed enogastronomia, dove verranno offerti prodotti del territorio della Regione Lazio. All'interno del castello potranno essere concessi in affitto spazi anche ad aziende e privati cittadini per convegni, conferenze, seminari, spettacoli teatrali e musicali oltre che celebrazioni di matrimoni religiosi e civili. Sono inoltre previste cinque botteghe per la vendita di prodotti caratteristici e artigianali.

zingaretti-4-3

Sarà quindi realizzato un'Innovation lab sarà realizzato (sempre nel 2018) e al suo interno consentirà ai visitatori delle nuove aree museali di godere degli effetti della realtà aumentata, per ricevere informazioni su opere o ambienti semplicemente inquadrando attraverso il proprio cellulare l’oggetto di proprio interesse, o di quelli della realtà virtuale, per interagire con riprese e contenuti video, attraverso dispositivi mobile e visori oculari a bassissimo costo, con risoluzioni ad alta definizione. Attraverso questa tecnologia si può accedere ad un nuovo modello di interpretare le riprese ed i contenuti video basati su sistemi di acquisizione foto/video sferiche fino a renderli interattivi, attraverso dispositivi mobile e visori oculari a bassissimo costo (es. google cardboard), con risoluzioni ad alta definizione.

Alcune zone del Castello potranno essere visitate come se l’utente fosse davvero presente sul luogo; ognuno potrà guardare dove più desidera non essendo “vincolato” alle riprese scelte da una regia; I contenuti potranno essere accoppiati a monitor multitouch oppure a sistemi video immersivi, anche interattivi, basati su pellicole trasparenti e/o vetro. Il tutto grazie a nuovissime tecnologie innovative e multimediali esperibili all’interno di alcune strutture del Castello come la Rocca e la Torre Saracena, la Sala Nostromo, posta al piano terra dell'edificio che delimita la corte interna, l'edificio denominato "Manica Lunga" – che sarà a disposizione del MIBACT per l'intero piano terra e per una parte del piano superiore. I visitatori potranno scaricare una App mobile con realtà virtuale e realtà aumentata. Una APP per IOS e Android, sviluppata da LAZIOcrea, offrirà tutte le informazioni attraverso tecnologie innovative.
   
"È un investimento verso i giovani", aggiunge il Governatore, "con sale multimediali e per convegni, sarà una vetrina per l’enogastronomia e i prodotti del nostro Lazio. In questi tempi di odio e di indifferenza candidiamo il Castello di Santa Severa a essere un luogo di incontro e confronto tra i giovani del Mediterraneo, tra culture e religioni. È un investimento verso i territori e i Comuni e anche per la Capitale, per esportare dalla città anche qualità e funzioni pregiate".

Il Castello di Santa Severa è anche un monumento che fa parte del Programma di Valorizzazione e della Campagna ‘Art Bonus’. Grazie all’Art Bonus ci sarà l'opportunità di valorizzare al meglio il patrimonio storico-artistico della Regione Lazio. La donazione potrà godere di un credito di imposta del 65%, da ripartire in 3 quote annuali di pari importo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un ostello della gioventù nel Castello di Santa Severa: "Sarà il più bello d'Europa"

RomaToday è in caricamento