rotate-mobile
Politica

Pnrr e Giubileo, c'è un portale web per "controllare" i cantieri

Creato insieme alla Fondazione Orep dai costruttori romani, è aperto anche ai cittadini. Gualtieri: "Sì a tavolo di coordinamento"

Un osservatorio per monitorare i progetti finanziati con i fondi del Pnrr e del Giubileo 2025. E' quanto ha messo in piedi l'Ance Roma-Acer, l'associazione dei costruttori edili insieme all'università Tor Vergata e alla fondazione Promo PA, soci fondatori dell'Orep, l'osservatorio per il Recovery Plan. 

Il portale web che monitora tutti i cantieri finanziati da Pnrr e Giubileo

L'osservatorio, presentato a Palazzo Colonna dal presidente Antonio Ciucci, si avvale anche di uno strumento tecnologico: un portale web accessibile al pubblico, non solo a imprese e pubblica amministrazione, per controllare cosa e come viene fatto: "Gli investimenti sono grandissimi - spiega Ciucci - pari a circa 6 miliardi totali. Vogliamo offrire questo servizio perché tutti, cittadini in primis, possano accedere e controllare l’avanzamento dei lavori’’. 

A Roma 580 progetti finanziati dall'UE

Per quanto riguarda il Giubileo del 2025 sono 2,1 miliardi gli investimenti previsti, quasi 4 miliardi entrano nelle casse del Comune e della Città Metropolitana per il Pnrr, con la metà solo nella Capitale: "Il numero di interventi è imponente - continua Ciucci - sono 135 quelli per il Giubileo, 2570 per il Pnrr di cui 580 a Roma". E dal 25 gennaio sono consultabili sul sito www.osservatoriopnrrgiubileoroma.it, sul quale sono presenti tutte le opere previste, con le specifiche tecniche e lo stato d'avanzamento. "Roma ha davanti a sé delle opportunità che non può sprecare - sottolinea Ciucci -. Non possiamo negare che ci siano difficoltà. L’Osservatorio, in questo senso, è uno stimolo affinché tutti, conoscendo ciò che c’è da fare, possano dare un contributo: è nostra convinzione che, per farcela, serva spirito di coesione".

Quanti sono i progetti finanziati dal Pnrr a Roma?

I costruttori: "Servono progettazione, corretta gestione e una centrale unica di committenza"

Anche perché gli ostacoli da superare sono molteplici: uffici in sofferenza per mancanza di personale e una burocrazia che non lascia scampo. A questi due aspetti che riguardano più strettamente la macchina amministrativa, c'è da aggiungere il contesto geopolitico ed economico, con i materiali che aumentano di prezzo mese dopo mese e in alcuni casi, data l'altissima domanda, scarseggiano: "Per riuscire a mettere a terra gli investimenti, sono necessarie progettazione, corretta gestione dei lavori e una centrale unica di committenza - conclude il presidente dei costruttori romani - . C’è poi il tema delle procedure. Non vogliamo che l’urgenza diventi normalità e che procedure straordinarie e negoziate si trasformino in ordinarie. Quello che vogliamo è che ci sia la dovuta trasparenza e rotazione’’.

sito web osservatorio numeri

Gualtieri: "Sì ad un tavolo di coordinamento"

L'Acer ha poi proposto infine "un tavolo di coordinamento" dove dovranno essere presenti il Governo, l’amministrazione comunale, le forze intermedie, le forze imprenditoriali. Proposta accolta dal sindaco Roberto Gualtieri: "Credo che rafforzare le forme di collaborazione - ha risposto - anche raccogliendo l’invito di un tavolo permanente di coordinamento sia estremamente utile, non solo per seguire i singoli progetti ma anche per rafforzare la comune consapevolezza di un disegno generale di trasformazione senza precedenti, una opportunità che tutti insieme dobbiamo saper cogliere’’.  "Con orgoglio e con responsabilità, registriamo una convergenza istituzionale e una positiva sinergia tra pubblico e privato - aggiunge Svetlana Celli, presidente dell'assemblea capitolina -. Sarà uno strumento (il portale web, ndr) a disposizione di imprese e cittadini per monitorare lo stato di avanzamento dei cantieri. Altra partita decisiva è la candidatura ad Expo 2030. La visita del Segretario generale del Bie, Dimitri Kerkentzes, è stato un momento prezioso”.

Vincenzi: "Cantieri veloci ma in sicurezza"

"Come ha ricordato Antonio Ciucci, nei prossimi anni Roma vedrà investimenti e progetti che cambieranno il volto della città - commenta Marco Vincenzi, vicecommissario per il Giubileo in pectore e presidente del consiglio regionale uscente -. L' Osservatorio Pnrr e Giubileo Roma nasce come stimolo per verificare il buon andamento dei lavori, creando un fronte comune per il bene delle nostre comunità e per portare avanti le buone politiche amministrative. Nel prossimo periodo devono esserci cantieri veloci ma prima di tutto viene la sicurezza, con un personale formato e qualificato". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr e Giubileo, c'è un portale web per "controllare" i cantieri

RomaToday è in caricamento