Domenica, 17 Ottobre 2021
Politica Pomezia

Pomezia, vietato parlare con le prostitute: la multa è di 166 euro

E' quanto contenuto in un'ordinanza emessa dal sindaco del comune alle porte di Roma, Fabio Fucci. Puniti anche atteggiamenti o vestiti che fanno pensare alla "volontà di svolgere meretricio"

Vietato intrattenersi, contattare o anche parlare per “chiedere informazioni” alle prostitute. Non solo. Evitare anche di vestirsi o assumere atteggiamenti che fanno pensare “all'intenzione di adescare o esercitare attività di meretricio”. Pena, una multa di 166 euro. È quanto ha stabilito con un'ordinanza il sindaco di Pomezia, Fabio Fucci, del Movimento cinque stelle. In realtà l'ordinanza, che porta la firma dello scorso 23 settembre, è già attiva da un anno, ed è stata rinnovata.

Il divieto per chiunque sul territorio del comune alle porte di Roma è di “contattare soggetti dediti alla prostituzione ovvero concordare con gli stessi prestazioni sessuali a pagamento, oppure intrattenersi, anche solo per chiedere informazioni, con soggetti che esercitano l'attività di meretricio su strada”. Continua l'ordinanza: “Se l'interessato è a bordo di un veicolo la violazione si concretizza anche con la semplice fermata al fine di contattare il soggetto dedito a meretricio”. L'ordinanza non è riferita solo ai clienti ma anche alle prostitute vietando “atteggiamenti, modalità comportamentali ovvero indossare abbigliamenti che manifestino inequivocabilmente l'intenzione di adescare o esercitare l'attività di meretricio”.

Il sindaco nell'ordinanza ha giustificato i divieti con“gli effetti devastanti del fenomeno sulla sicurezza urbana” e “della circolazione stradale” messa a rischio da quanti “alla guida dei propri veicoli, sono alla ricerca di prestazioni sessuali a pagamento”. Il fenomeno, per il sindaco , “continua ad alimentare il senso di insicurezza percepito dalla cittadinanza”. In particolare il problema si propone presso la stazione di Santa Palomba dove gli utenti viaggiatori “ritengono assai problematico e pericoloso l'utilizzo delle aree di parcheggio adiacenti alla stazione a causa della presenza a tutte le ore del giorno e della notte, di soggetti dediti all'attività di meretricio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pomezia, vietato parlare con le prostitute: la multa è di 166 euro

RomaToday è in caricamento