rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Politica Centro Storico

Centro storico: l'ordinanza anti alcol non sarà rinnovata

Ad annunciarlo ieri è stato il prefetto di Roma Pecoraro che ha sottolineato: “Con l’ordinanza, c’è stata una grande riduzione degli atti di violenza e dei comportamenti legati agli eccessi di alcol”

Il divieto di servire alcol dopo le 21 di sera in alcuni locali del centro ha i giorni contati. Infatti ieri il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro ha annunciato che l'ordinanza, che scadrà a fine febbraio, non sarà prorogata.

L'ordinanza era scattata lo scorso 17 gennaio a seguito dell'accoltellamento di un turista americano a Campo de' fiori e delle lamentele degli abitanti del centro storico. Lo stesso Alemanno qualche settimana fa aveva parlato di un'ordinanza suscettibile ad essere revocata.

“Con l’ordinanza, c’è stata una grande riduzione degli atti di violenza e dei comportamenti legati agli eccessi di alcol”, ha commentato il prefetto Giuseppe Pecoraro, che ha annunciato l'intenzione di non prorogare l'ordinanza direttamente alle associazioni degli esercenti.

All'annuncio del Prefetto ha fatto seguito quello del Campidoglio che ha parlato per bocca dell'assessore al commercio Davide Bordoni: “Non ci sono elementi che ci facciano pensare alla necessità di una proroga. A nome mio e del sindaco desidero infine ringraziare le forze dell’ordine per il controllo straordinario effettuato in questi giorni, nelle zone oggetto dell’ordinanza”.

Esulta Confcommercio che attraverso il leader romano Cesare Pambianchi ha fatto sapere che gli esercizi commerciali lamentavano già grosse perdite: “Il problema non sono le bottiglie di vetro, ma l'ordine pubblico che non è di nostra competenza”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico: l'ordinanza anti alcol non sarà rinnovata

RomaToday è in caricamento