Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Zanzare tigre, la Sindaca firma l’ordinanza per i privati: si punta prevenzione e prodotti biologici

Il Campidoglio ha firmato il documento cui devono attenersi i romani, dagli amministratori condominiali ai singoli cittadini, per contrastare la diffusione delle zanzare

Notti insonne a causa delle zanzare. I romani hanno già iniziato a confrontarsi contro l’indesiderato coinquilino. Per contrare la diffusione dell’insetto, il Campidoglio ha emesso un’apposita ordinanza Sindacale che fissa le disposizioni cui attenersi nei condomini e nelle aree private.

L'Ordinanza anti-zanzare

Il documento firmato dalla Sindaca fa leva soprattutto su due raccomandazioni: la prevenzione ed il rispetto dell’ambiente. In sostanza agli amministratori di condominio, ai singoli cittadini ed ai consorzi sono indicate el modalità per eseguire trattamenti con prodotti biologici e per mettere in campo compartimenti che mirino all’eliminazione delle larve.

La prevenzione

L’Ordinanza Sindacale prescrive l’obbligo di  coprire ermeticamente o eliminare contenitori dove potrebbero formarsi ristagni e di svuotare frequentemente recipienti, sottovasi, piccoli abbeveratoi per animali ed annaffiatoi.  Sul piano dei ì i trattamenti preventivi antilarvali, il Campidoglio chiede di privilegiare prodotti biologici o ecologici registrati ed autorizzati dal Ministero della Salute. I proprietari delle aree possono eseguire direttamente il trattamento o avvalersi di imprese specializzate.

Disinfestazioni

Nelle condizioni più critiche, quelle in cui diventa necessario ricorrere a delle disinfestazioni, l’amministrazione ricorda che gli interventi devono essere eseguiti da operatori professionali adeguatamente formati. Gli amministratori condominiali, ma anche i cittadini o i consorzi che devono eseguire questo tipo d’intervento, devono comunicarlo preventivamente al Dipartimento Tutela Ambientale, per eventuali controlli.

“In questo caso i prodotti utilizzati – hanno sottolineato gli uffici capitolini – devono essere specificatamente autorizzati, privi di solventi derivati dal petrolio e soprattutto è vietato l’utilizzo di prodotti classificati ad elevata tossicità”.  Gli amministratori condominiali devono inoltre comunicare al Dipartimento Ambiente l’elenco dei condomini dove è stato avviato il programma di disinfestazione per il controllo della diffusione della zanzara tigre.  Il provvedimento resta valido fino a dicembre 2020.

Tombini e caditoie

Per ridurre la presenza in casa della zanzare, anche l’amministrazione ha intenzione di fare la propria parte. Il Campidoglio ha fatto sapere che gli operatori del Dipartimento Ambiente, anche nella fase 2 del nuovo Coronavirus,  stanno eseguendo, su segnalazioni dei cittadini ed in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, operatori eseguono interventi preventivi larvicidi su caditoie stradali, tombini e griglie.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zanzare tigre, la Sindaca firma l’ordinanza per i privati: si punta prevenzione e prodotti biologici

RomaToday è in caricamento