Politica

Omofobia, Di Tommaso: "28 giugno andare oltre orgoglio gay"

"E’ giunto il momento di fare un salto di qualità, che proietti questa ricorrenza in un futuro, ancora tutto da conquistare"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

“Sono passati 43 anni da quando, dopo gli incidenti accompagnati da barbare violenze di STONEWAALL, nacque  ‘l’orgoglio gay’ data che viene ricordata come nascita del movimento lgbt internazionale. Da qui la concentrazione nel mese di giugno la quasi totalità dei Praide di tutto il mondo. Ma, il 28 giugno, non può essere solo una ricorrenza per ricordare e festeggiare.

E’ giunto il momento di fare un salto di qualità, che proietti questa ricorrenza in un futuro, ancora tutto da conquistare. Noi socialisti pensiamo che è giunto il momento di  lanciare una grande campagna politica, sociale e culturale per  sconfiggere l’ omofobia, ancora troppo forte nel nostro paese, e   dar vita subito  ad una grande mobilitazione di massa perché anche in Italia si liberalizzino i matrimoni tra gay. Un segnale forte e chiaro, contro gli integralismi e fondamentalismi,che ancora s’annidano nelle coscienze italiane, cattoliche ma  anche laiche.  Una bandiera per la libertà, per la dignità e per la conquista e difesa  dei diritti civili che per troppo tempo è stata ammainata.”

Si legge in una nota rilasciata dal segretario del PSI di Roma Atlantide Di Tommaso a termine di un incontro con una delegazione del movimenti lgbt di Roma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omofobia, Di Tommaso: "28 giugno andare oltre orgoglio gay"

RomaToday è in caricamento