rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Politica

Lazio, 40 anni dalla morte di Paparelli: lunedì l'iniziativa in Regione

All’evento, fissato per le ore 10.00 nella Sala Mechelli, anche il figlio Gabriele, Manfredonia, Peccenini e 200 studenti

Sono trascorsi 40 anni dalla morte di Vincenzo Paparelli, ucciso da un razzo sparato dalla curva sud poco prima del fischio di inizio del derby Roma-Lazio. Quella domenica, il tifoso laziale era allo stadio con sua moglie Vanda, aveva 33 anni e nonostante i soccorsi, morì poco dopo durante il trasporto in ospedale.

Vincenzo Paparelli non è mai stato dimenticato e a ricordarlo ancora una volta sarà un evento promosso dal vicepresidente Giuseppe Cangemi, insieme al consigliere regionale Daniele Ognibene, a cui parteciperà Gabriele Paparelli, figlio di Vincenzo. Interverranno oltre 200 studenti delle scuole superiori del Lazio con i quali riflettere sulla violenza negli stadi, il bullismo e il cyber bullismo.

Saranno presenti gli ex calciatori Lionello Manfredonia (Lazio) e Franco Peccenini (Roma), in campo quella terribile domenica del 1979; Riccardo Cucchi, storica voce della trasmissione sportiva radiofonica Rai 'Tutto il calcio minuto per minuto'; il giornalista di Sky Sport, Matteo Marani, che ha realizzato per Storie il docufilm '1979, Roma violenta' dedicato a Paparelli. Non mancherà un contributo di Giampiero Galeazzi. Un’occasione per riaffermare i valori positivi dello sport, e del calcio in particolare, quale strumento di aggregazione e solidarietà sociale contro ogni forma di violenza.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio, 40 anni dalla morte di Paparelli: lunedì l'iniziativa in Regione

RomaToday è in caricamento