Olimpiadi, il M5s gioisce per Milano e rivendica il 'No' per Roma: "La Capitale non può permettersele"

I grillini tornano sulla candidatura ai Giochi Olimpici 2024 ritirata: "Sarebbe costata a cittadini 2 miliardi di euro". Malagò: "E' stato suicidio"

"Le Olimpiadi a Roma sarebbero costate ai cittadini 2 miliardi di euro". A poche ore dall'entusiasmo per l'assegnazione di quelle invernali 2026 a Milano e Cortina il M5s rivendica il 'No' ai Giochi Olimpici 2024 a Roma

Il M5s rivendica il No alle Olimpiadi 2024 a Roma

Non ci stanno i pentastellati, che per il risultato del nord non lesinano entusiasmo e complimenti, alla narrazione di una vittoria dell'Italia 'anti-grillina': quella del sì ai cinque cerchi tenuti lontani dalla Capitale tra polemiche, studi e stime su costi e benefici. "Roma non avrebbe potuto permettersele" - è il mantra del MoVimento che si scaglia contro i giornalisti, etichettati come 'pennivendoli'. 

"Sarebbe opportuno che questi pseudo-giornalisti raccontassero la verità sulle Olimpiadi a Roma ai cittadini. Facile puntare il dito contro il MoVimento, più difficile invece scrivere la verità dei fatti esaminandoli con minuzia" - scrive il M5s su Facebook. 

Roma 2024: "Olimpiadi sarebbero costate a cittadini 2 miliardi"

"Nel progetto romano del Coni la stima dei costi da sostenere era di circa 5,3 miliardi di euro. Di questi investimenti tra CIO, sponsor e merchandising sapete quanto sarebbe stato recuperato secondo il prospetto finanziario realizzato? Solamente 3,2 miliardi. In pratica c'erano altri 2 miliardi di euro che sarebbero stati pagati dai romani. A questi, inoltre, - proseguono i 5 stelle - andavano aggiunte altre spese non conteggiate che doveva sostenere sempre il Comune. Per quale fine? Parliamo di un comune, quello di Roma, che si ritrovava sulle spalle già 11 miliardi di debito lasciato in eredità dalle precedenti amministrazioni. Insomma, agli 11 miliardi ne sarebbero stati aggiunti almeno altri 2 di scoperto. Ribadiamo: soldi a carico degli italiani. Vi sembra normale? A noi no". 

Raggi sulle Olimpiadi: "Roma non piuò permettersele"

Una linea che è anche quella della Sindaca Raggi che, dopo i complimenti ai colleghi di Milano e Cortina per il risultato, è stata investita da una valanga di commenti misti tra rabbia e ironia. "I miei complimenti a Milano e Cortina. In tema di coerenza ribadisco che le due condizioni sono assolutamente diverse e quindi Roma non poteva e non può ancora permettersi un evento del genere avendo 13 miliardi di debito, ma ribadisco i miei complimenti alle due città che si sono aggiudicate i Giochi" - ha detto all'agenzia Dire. 

Olimpiadi a Milano e Cortina, Raggi: "Complimenti per risultato". Sul web rabbia e ironia contro la Sindaca

E se il Ministro dell'Interno, Matteo Salvini, non aveva perso l'occasione di lanciare l'ennesima frecciatina al Campidoglio con un "peccato per chi ha rinunciato", all'interno del governo giallo-verde c'è chi non vede sconfitti. "Sono molto contento. Se ha vinto la Lega e perso il Movimento? Hanno vinto Milano e Cortina" - ha detto il ministro dei Beni e delle Attività culturali, Alberto Bonisoli, (in quota grillina ndr.) intervistato a Un giorno da pecora. Alla domanda se Torino e Roma non abbiano sbagliato a dire no, Bonisoli ha risposto che è "una questione di soldi. A Milano e Cortina si fa molto con soldi privati e la situazione finanziaria di Milano non è nemmeno paragonabile a Roma e a Torino. È una decisione dei sindaci, avendo chiaro il bilancio del Comune". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Malagò, stoccata a Raggi: "Il no è stato suicidio"

Netta la stoccata alla Sindaca Raggi, e alla candidatura di Roma ritirata dal Campidoglio nel 2016, da parte del presidente del CONI, Giovanni Malagò: "Raggi aveva ragione: Roma aveva altre priorità e dopo tre anni sono rimaste. Anzi, forse ce n'è qualcuna in più" - ha commentato. "Ma io ho sempre detto che i due discorsi potevano procedere su binari paralleli, invece - ha concluso dallo SwissTech Convention Center di Losanna - è stato un suicidio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Coronavirus, a Roma 12 nuovi casi: sono 38 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 agosto

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

  • Fuggire da Roma nel weekend: 5 proposte per una gita fuori porta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento