rotate-mobile
Politica Primavalle

La rabbia degli occupanti abusivi contro il Comune: "Da un anno chiediamo di aprire il confronto sugli sgomberi, nessuno ci dà retta"

Il comitato di quartiere Torrevecchia Primavalle mette nel mirino gli assessori Zevi e Funari e il consigliere Pd Trombetti: "Ci prendono in giro, da ottobre scriviamo e li invitiamo ma non viene nessuno".

L'ultima commissione casa sul tema degli sgomberi a Primavalle non è andata giù ai comitati di zona, quelli che rappresentano le istanze degli inquilini Ater e degli occupanti abusivi, alcuni dei quali recentemente sgomberati in diversi blitz all'alba da parte delle forze dell'ordine. Per loro le scene di anziani fragili, disabili e ragazze madri vittime di violenza messe in strada si potevano evitare: "Abbiamo scritto ogni mese da ottobre scorso a tutti in Comune chiedendo di aprire un tavolo di confronto, non è servito a niente". Ora che il presidente della commissione Yuri Trombetti e l'assessorato alla casa hanno aperto ad un confronto costante, si sentono presi in giro. 

La paura degli sgomberi e l'attacco degli inquilini a Zevi e Funari

Come detto, i diversi sgomberi a Primavalle hanno messo in allarme centinaia di inquilini Ater. C'è chi negli alloggi popolari vive senza titolo da anni, altri hanno ottenuto la sanatoria, in generale c'è tensione e rabbia. Valentina è presidente del comitato Torrevecchia Primavalle, madre di tre figli disabili, ex occupante abusiva che ha regolarizzato la sua posizione ma ancora non ha il foglio di assegnazione dell'immobile in cui vive: "Gli unici con con abbiamo sempre interloquito - spiega a RomaToday - sono gli assessori del XIII e del XIV municipio, Arianna Quarta e Simone Conte. Ci siamo visti con loro più volte, oltre che con Ater Roma. Zevi, Funari e Trombetti invece non sono mai venuti. L'assessore alla casa il 7 luglio si è presentato qui, abbiamo parlato, ma non abbiamo capito quali siano le intenzioni". 

La richiesta di un tavolo al prefetto Giannini

Il comitato di quartiere ha anche chiesto riscontro al nuovo prefetto di Roma, Lamberto Giannini: "Abbiamo depositato a giugno una richiesta - continua Valentina - nella quale esprimiamo preoccupazione per gli sgomberi che verranno, vista la situazione odierna e chiediamo che si effettui un censimento delle occupazioni e la valutazione della situazione di ogni singolo nucleo. La sanatoria ha coinvolto gli occupanti fino al 2014, dopodiché ci sono tante situazioni rimaste scoperte da quel momento in poi. Ovviamente abbiamo proposto l'apertura di un tavolo interistituzionale che coinvolga anche Regione, Comune, l'Ater, i municipi": Ad oggi, però, nessuna risposta: "Non siamo stati ancora considerati - conferma  - la richiesta, protocollata, è del 20 giugno". 

Le accuse del comitato di quartiere

Insomma, i blitz di giugno hanno lasciato scorie velenose nella periferia ovest di Roma e la spaccatura con l'amministrazione rischia di ampliarsi: "Sa cosa ci ha risposto l'assessora Barbara Funari a uno dei tanti inviti mandati? - prosegue Valentina - . Ci ha detto che lei non ha le deleghe alla casa, quindi era compito di Zevi. Ma le persone che vivono nelle case occupate, i cosiddetti fragili, di chi sono responsabilità? Non è forse compito dei servizi sociali trovare un'alternativa, non lasciarli in strada?".

"Funari ci ha risposto che non è un tema che le compete"

Nel frattempo, come già detto dal capo staff Carlo Mazzei in commissione, in base a quanto ha potuto raccogliere RomaToday l'assessorato alla casa ribadisce la disponibilità a partecipare ad un tavolo di discussione sull'emergenza sgomberi "con l'obiettivo di trovare soluzioni idonee per le persone vulnerabili e che avrebbero diritto a una casa popolare". Ad oggi si attende che Giannini, il nuovo prefetto arrivato al posto di Bruno Frattasi - che a sua volta aveva sostituito il nuovo ministro dell'interno Matteo Piantedosi - risponda alla richiesta di incontro arrivata dai consiglieri di Pd, Roma Futura, Demos, Civica Gualtieri e SCE in seguito alla commissione del 10 luglio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La rabbia degli occupanti abusivi contro il Comune: "Da un anno chiediamo di aprire il confronto sugli sgomberi, nessuno ci dà retta"

RomaToday è in caricamento