Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Lungotevere delle Navi

Oasi urbana del Tevere, tirata a lucido la sponda del futuro "Monumento naturale"

I giardinieri di “Ridaje” insieme ai volontari di WWF e Brigata Garbatella hanno ripulito la banchina sotto lungotevere delle Navi

E’ stata tirata a lucido l’area verde situata tra Ponte Matteotti e Ponte Risorgimento. E’ lì, nella zona di Lungotevere della Navi, che si trova l’oasi urbana del Tevere.

Il futuro Monumento naturale

L’area, estesa su una superficie di circa 5mila metri quadrati, è stata rinaturalizzata in maniera spontanea. In pieno centro si è così formato un boschetto che il Consiglio regionale del Lazio, su impulso del WWF, vorrebbe elevare allo status di Monumento Naturale. L’iter è giù stato avviato, si attende solo l’approvazione della Giunta Zingaretti. Nel frattempo però l’area va tenuta in ordine. Ed a questo scopo, domenica 26 settembre, si sono dati da fare alcune decine di volontari.

La pulizia dell'area

Grazie ad una sinergia attivata  dal WWF con i giardinieri della start up “Ridaje” che hanno pulito la scalinata di accesso alla riva, difronte al Ministero della Marina Militare, ed al contributo dell’associazione di protezione civile Brigata Garbatella, la riva è stata pulita dai rifiuti che si erano accumulati. Anche grazie all’intervento appena messo in campo, il 10 ottobre sarà possibile raggiungere il fiume in piena sicurezza per partecipare all’evento del WWF Italia “Urban Nature” che ha il fine di esaltare proprio la biodiversità in ambito urbano. A Roma saranno diverse le iniziative che riguarderanno l’Orto botanico, i fiumi Tevere, Aniene e Almone, alcune aree verdi, il lago Ex-Snia e la costa marina di Ostia, con postazioni fisse e stand del WWF sia presso  Explora, il museo dei bambini in via Flaminia 82, sia presso l’Orto botanico di Roma.

L'Oasi Urbana un laboratorio di biodiversità

"L'Oasi Urbana del Tevere – ha ricordato Raniero Maggini Presidente del WWF Roma e Area Metropolitana - merita di vedere riconosciuto il proprio valore e gli interventi in atto mostrano come l'area possa divenire un vero e proprio laboratorio per svelare la biodiversità a tutti coloro che vorranno conoscerla. Un grande ringraziamento alla Brigata Garbatella della Protezione Civile per lo straordinario contributo portato nella mattinata odierna, un ulteriore passo per riconquistare appieno la bellezza di questo breve ma sorprendente tratto di natura urbana."

Cosa sono i Monumenti naturali

I Monumenti naturali, la cui istituzione è disciplinata dalla legge regionale 29/1997,  sono habitat o ambienti omogenei, esemplari vetusti di piante, formazioni geologiche, ricolonizzazioni di specie o affioramenti fossili che presentino caratteristiche di rilevante interesse naturalistico o scientifico. In virtù di tale valore, queste aree vengono considerate protette e, quindi, non modificabili. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oasi urbana del Tevere, tirata a lucido la sponda del futuro "Monumento naturale"

RomaToday è in caricamento